Giovedì, 23 Settembre 2021
Sport

Caso Pogba, Raiola: "Se è stato Conte è un incapace"

L'agente del francese: "Mi auguro che non sia una decisione di Conte, altrimenti vuol dire che non è in grado di gestire situazioni di questo livello"

Antonio Conte punisce Paul Pogba e Mino Raiola attacca l'allenatore della Juve. Piccolo bufera in casa bianconera. L'esclusione del francese per motivi disciplinari non è piaciuta a all'agente del centrocampista francese, che ha attaccato società e tecnico. "Chi ha deciso di dare la notizia sul sito è in confusione - ha detto l'italo-olandese -. Mi auguro che non sia una decisione di Conte, altrimenti vuol dire che non è in grado di gestire situazioni di questo livello". 

Il procuratore di Pogba non ha gradito né la scelta di lasciare a casa il suo assistito, né il modo con cui la società ha comunicato l'accaduto. "Pogba è un giocatore giovane e Conte sa come farlo crescere, ma in campo deve essere meno lezioso e più concreto", aveva detto Angelo Alessio. Raiola è subito intervenuto per difendere il suo assistito: "Paul è molto dispiaciuto per quello che è accaduto, sia per i ritardi, nonostante gli impedimenti oggettivi, sia per non poter far parte del gruppo", ha dichiarato alla Gazzetta dello Sport. Stando al procuratore, Pogba la prima volta è arrivato in ritardo perché la notifica dell'allenamento gli è arrivata a notte fonda, mentre la seconda volta aveva degli appuntamenti che il club stesso gli aveva preso per conseguire dei documenti. Caso chiuso? Chissà. 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Pogba, Raiola: "Se è stato Conte è un incapace"

TorinoToday è in caricamento