menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Juventus-Catania 4-0 | Poker servito: i bianconeri dominano

Il primo tempo, difficile per i bianconeri, viene sbloccato da Vidal. Pirlo con una super punizione firma il raddoppio. Tevez la chiude e Bonucci cala il poker

La Juventus vince 4 a 0 contro il Catania, nella 10^ giornata di Serie A. Lo Stadium, dopo 25 minuti di sofferenza, esulta grazie ad Arturo Vidal che sblocca il match. Poco dopo Andrea Pirlo con una super punizione firma il raddoppio. Nella ripresa Carlos Tevez chiude la pratica. Ci pensa poi Leonardo Bonucci, il peggiore della Juve, a calare il poker. 

LE SCELTE - Conte come previsto esclude Barzagli, ma preferisce inserire Caceres con Ogbonna in panchina. Sulla linea mediana la sorpresa è rappresentata dalla presenza di De Ceglie sulla corsia sinistra, mentre in avanti confermato il tandem Tevez-Llorente. De Canio schiera un difensore in più per la gara dello Juventus Stadium con un 3-5-2 che diventerà un 5-3-2 in fase difensiva. Tra i centrocampisti Keko è quello con maggiori compiti offensivi: sarà lui a giocare allo spalle del tandem d'attacco Petkovic-Bergessio.

PRIMO TEMPO - E' la Juventus a toccare il primo pallone della gara: Bonucci subito verticalizza per Vidal, ma il pallone è troppo lungo. Al 2' primo tiro in porta del match con Tevez che, da fuori area, sfiora la traversa. Al 5' conclusione da dimenticare di Vidal dai 25 metri. Buono l'impatto con la gara di De Ceglie, preferito a sorpresa a Peluso e Asamoah: sulla sua corsia la Juventus ha già costruito due azioni. Al minuto 8 ancora Juve: Pirlo si prepara bene il tiro ma schiaccia troppo la conclusione. 

Al 10' seconda azione pericolosa della Juventus che porta la firma dell'Apache: sul lancio di Bonucci, l'argentino si inserisce coi tempi giusti e conclude al volo, ma non riesce a dare forza al pallone. La Juve domina ma sembra un po' molle quando arriva al dunque. Il Catania sale di tono. Al 16' Keko sfugge al diretto marcatore e crea la superiorità numerica. Lo spagnolo serve Bergessio che è tutto solo ma, al contempo, troppo lento prima di arrivare la conclusione: tiro deviato da Chiellini.

Al 20' Llorente sfiora la rete. De Ceglie supera Alvarez nell'uno contro uno e mette al centro un pallone potente e tagliato per Llorente che colpisce di testa, ma non trova la porta per un soffio. Prima grande occasione della partita. Al 26' la Juve passa in vantaggio. 

Bella azione di Tevez al limite dell'area. L'argentino si porta dietro due uomini e serve Vidal che con una conclusione dal limite dell'area batte Andujar grazie alla doppia deviazione di Guarente e Rolin. Al 30' Caceres cerca il gol spettacolare, ma sbaglia l'impatto col pallone. La Juve raddoppia al 30'. Punizione perfetta di Andrea Pirlo: la parabola del regista bianconero scavalca la barriera e si spegne alle spalle di un incolpevole Andujar. 

Ora la partita è nella mani della Juventus. Al 41' conclusione rasoterra dell'Apache da posizione leggermente defilata, Andujar blocca la sfera in due tempi. La Juventus controlla il vantaggio col Catania che non riesce più a ripartire con pericolosità. Il primo tempo finisce così.

SECONDO TEMPO - De Canio opera il primo cambio: dentro Castro, fuori Biraghi. Buon Catania in questo avvio di ripresa: Bergessio calcia da posizione defilata, pallone tra le braccia di Buffon. Al 54' buon cross di Pirlo che dalla trequarti cerca Bonucci appostato sul palo lontano: il difensore bianconero viene ostacolato e non riesce a impattare bene la sfera. Al 56' Llorente orchestra un ottimo tre contro tre e serve l'accorrente Pirlo che temporeggia troppo al momento della conclusione e Gyomber lo neutralizza. Il regista bianconero cade in area e viene ammonito per simulazione.

Al 58' De Ceglie mette al centro un ottimo cross per Llorente che prende l'ascensore ma non riesce a indirizzare la sfera verso la porta. Primo cambio per la Juventus, applausi per Arturo Vidal che abbandona il terreno di gioco: entra Paul Pogba. Al 60' la Juve chiude la pratica. Tevez dà il via all'azione al limite dell'area avversaria e la chiude dopo il passaggio di Llorente. L'Apache fa fuori anche Andujar prima di spedire la sfera in fondo al sacco. E' 3 a 0. Al 72' la Juve cala il poker. Giovinco entra in area e serve Bonucci che deve solo spingere la sfera in fondo al sacco.

Ultimo cambio anche per la Juventus: Motta prende il posto di Llorente. Conte passa al 4-4-1-1 con Marchisio alle spalle di Tevez. La partita però non ha nulla di dire. Al minuto 86' Catania in 10: espulso Guarente. Bravo il portiere argentino Andujar a respingere la conclusione dal limite dell'area di Giovinco che ha avuto un grande impatto con la gara.

TABELLINO
Juventus (3-5-2): Buffon 6; Caceres 6, Bonucci 5,5, Chiellini 6; Isla 6, Vidal 6,5 (61' Pogba 6), Pirlo 6,5, Marchisio 6, De Ceglie 5,5; Tevez 7 (67' Giovinco 6), Llorente 6 (74' Motta sv) A disp.: Storari, Rubinho, Barzagli, Ogbonna, Peluso, Padoin, Asamoah. All.: Conte
Catania (3-4-1-2): Andujar 5; Alvarez 5, Legrottaglie 5, Gyomber 5,5, Rolin 5 (68' Capuano 6), Biraghi 5,5 (46' Castro 6); Guarente 5, Almiron 6; Petkovic 6 (64' Maxi Lopez 6), Bergessio 6, Keko 6,5 A disp.: Frison, Ficara, Leto, Izco, Freire. All.: De Canio
Marcatori: Vidal (J), Pirlo (J), Tevez (J), Bonucci (J)
Espulsi: Guarente (C)
Ammoniti: Pirlo (J)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento