menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Juventus, Andrea Agnelli indica la via: ripartire da Berlino

Il presidente della Juventus individua il Bayern Monaco come modello da seguire e cita la finale di Champions League persa come stimolo per migliorare in futuro. Lodi a Marotta e Paratici, stoccate invece a Psg e Manchester City

Intervenuto insieme a Karl-Heinz Rumenigge al convegno "Financial Fair Play: Europe and Italy", presso l'università Bocconi di Milano, il presidente della Juventus Andrea Agnelli ha rilasciato alcune dichiarazioni sugli sviluppi futuri della propria squadra. 

Il numero uno bianconero ha spronato i suoi giocatori che tra un mese scenderanno in campo proprio contro i tedeschi: "Speriamo che la sconfitta in finale di Champions League ci abbia fatto capire che anche noi possiamo tornare a competere a livello internazionale." Chiaro il riferimento al Bayern Monaco, sconfitto nella finale del 2012 dal Chelsea e vittorioso nel 2013 sul Borussia Dortmund.

Dal punto di vista economico il presidente della Juve auspica uno sviluppo maggiore ma sostenibile, indicando i modelli da seguire: "A livello internazionale l'eccellenza sono Real Madrid, Barcellona, Bayern Monaco e Manchester United. Escluderei Psg e Manchester City, che hanno avuto evoluzioni non naturali".

E la Juve? Due gradini sotto, ma con grandi ambizioni ed entusiasmo: parola di Andrea Agnelli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento