Venerdì, 24 Settembre 2021
Sport

Juventus, Conte prepara in silenzio la sfida al Chievo Verona

Un solo pensiero, il match con il Chievo sabato prossimo. Nella testa di Antonio Conte, nella testa degli esclusi dalle Nazionali che si sono allenati oggi agli ordini del tecnico della Juventus

La Juventus serra i ranghi e rimetti insieme i cocci di un tribolato post gara contro il Milan. In questo sento continua il silenzio mediatico bianconero: le parole le ha usate Andrea Agnelli solo in privato, colloquiando a lungo con Antonio Conte al centro tecnico di Vinovo. Un segnale in più c'era anche Pavel Nedved di vicinanza della società dopo la bufera di San Siro, con sintonia reciproca tra dirigenza e allenatore, certamente anche solidarietà; sebbene Conte, che ha usato qualche termine un pò troppo acceso, sia stato bonariamente invitato a maggiore prudenza in futuro, dal momento che d'ora in avanti conteranno anche i singoli gesti e le singole sillabe. La situazione diplomatica con Milan e Federazione è sempre molto tesa, in sottofondo.

La Juventus, per motivi di opportunità, da domenica ha chiuso i rubinetti della comunicazione e si è trovata addosso la frustrazione di non poter argomentare la propria ira, che aveva raggiunto l'apice sia quando il vero colpevole della serataccia di San Siro pareva essere Gigi Buffon, sia quando il Milan ha segnalato la gomitata di Pirlo, poi ritenuta non da prova televisiva e già in partita considerata ininfluente dall'arbitro, che era a pochi passi. Scorie che sono rimaste e che solo i prossimi giorni potranno aiutare a smaltire, o quanto meno attutire. In tutti i modi, è stata decisa una linea di condotta mediatica: per un pò si parlerà soltanto dell'impegno agonistico più ravvicinato. Il compito di Conte, da ieri, oltre a preparare la partita con i veronesi, è appunto anche quello di ripulire le menti dei superstiti di San Siro, di cui alcuni si sono ritrovati in Nazionale, cercando di sdrammatizzare tra loro. Altri, come Vidal e Pepe, la mente la sgombereranno per forza, perchè sono appiedati dal giudice sportivo. È il primo problema per il tecnico: Giaccherini per il cileno è la soluzione numero uno ma la strada verso il Chievo (che non avrà Pellissier) è anora lunga. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus, Conte prepara in silenzio la sfida al Chievo Verona

TorinoToday è in caricamento