Sport

Juventus-Sassuolo: Dybala trascina, Buffon verso il record di imbattibilità

Il gol dell'argentino dà i 3 punti e lo spirito giusto per la trasferta di Champions in terra bavarese. Buffon mantiene ancora la porta inviolata: ora è a 3' dai 929' di Sebastiano Rossi

La Juventus batte di misura il Sassuolo nell'anticipo della 29esima giornata di Serie A. Ai bianconeri è sufficiente il bellissimo gol di Dybala al 36' del primo tempo per "lavare l'onta" della sconfitta rimediata all'andata contro gli emiliani, prima della strepitosa rimonta in classifica che ha riportato Madam in vetta alla classifica. Il Sassuolo forse paga il forfeit all'ultimo per febbre di Mimmo Berardi, assenza che probabilmente ha convinto Allegri a schierare Rugani e Asamoah, lasciando a riposo Lichtsteiner e Pogba.

Pronti via e Dybala è subito vicino al gol: Mandzukic gli alza il pallone, l’argentino al volo costringe Consigli a essere subito reattivo e a deviare in corner. Dopo il forcing iniziale, voluto da Allegri, la Juve rallenta, e anzi si espone ai cambi di gioco emiliani. Al 20’ Duncan ha l’occasione di replicare il gran gol fatto contro il Milan, ma strozza il pallone e l’occasione sfuma. Il pressing bianconero in attacco è soprattutto affidato a Mandzukic, che come contro il Bayern chiama i compagni alla carica.

Al 26’ è ancora Dybala show: da posizione difficilissima inventa un assist perfetto per Khedira, ma il tedesco incredibilmente spedisce alto. E così 10’ dopo, al terzo tentativo, arriva il gran gol: spunto impressionante di Cuadrado sulla destra, che poi serve Dybala; il numero 21 è bravissimo in un fazzoletto di terra a controllare, prendere la mira e a far partire una parabola alla Del Piero rovesciata, con il suo sinistro che sfiora il palo interno e finisce in rete.

Nella ripresa la Juve, tranne l’indomito Mandzukic, rallenta il ritmo e ammorbidisce il pressing, cercando il raddoppio con una manovra più ragionata. Al 68’ Buffon può festeggiare un importante traguardo personale, superando i 903’ di imbattibilità del leggendario Dino Zoff e agguantando la seconda posizione di sempre in questa speciale classifica. Al 70’ Khedira spreca ancora un’occasione, incespicando sul pallone da posizione favorevole e priva di marcature, poi Cuadrado non riesce a trovare il colpo vincente. Khedira lascia quindi il posto a Pogba, che al 77’ va vicino al gol del 2-0, trovando ancora pronto Consigli.

All’86’ Buffon è costretto a una parata in due tempi su Sansone, che aveva rubato palla a un Barzagli lontano dai suoi soliti mostruosi standard. Tutta la Juve è in sofferenza nei minuti finali, con Allegri che ricorda ai suoi (in particolare a Morata) il “veleno” necessario negli ultimi minuti, soprattutto sull’1-0. Il risultato comunque tiene, la Juve porta a casa tre punti fondamentali soprattutto per l'umore: per il record di Buffon bisognerà aspettare i primi 4' del prossimo derby.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Rugani; Cuadrado, Khedira (27’st Pogba), Marchisio, Asamoah, Alex Sandro; Dybala (35’st Morata), Mandzukic (44’st Lichtsteiner). All. Allegri

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Vrsaljko, Antei, Acerbi, Peluso; Biondini, Magnanelli, Duncan; Politano (44’st Adjapong), Falcinelli (33’st Trotta), Sansone. All. Di Francesco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus-Sassuolo: Dybala trascina, Buffon verso il record di imbattibilità

TorinoToday è in caricamento