Juve, giocatori e allenatore si tagliano gli stipendi: la società risparmia 90 milioni

Il club bianconero ha trovato l'accordo

Ora è ufficiale. I giocatori della prima squadra e l'allenatore della Juventus Maurizio Sarri si ridurranno gli ingaggi per andare incontro alla società, ferma per l'emergenza Covid-19. Il club bianconero ha trovato ufficialmente un accordo: i giocatori rinunceranno alle mensilità di marzo, aprile, maggio e giugno 2020. L'operazione permetterà alla Juventus un risparmio a bilancio di 90 milioni di euro, un terzo cioè del monte ingaggi complessivo.

"Nelle prossime settimane - si legge nel comunicato ufficiale - saranno perfezionati gli accordi individuali con i tesserati, come richiesto dalle normative vigenti. Gli effetti economici e finanziari derivanti dall’intesa raggiunta sono positivi per circa euro 90 milioni sull'esercizio 2019/2020. Qualora le competizioni sportive della stagione in corso riprendessero, la Società e i tesserati negozieranno in buona fede eventuali integrazioni dei compensi sulla base della ripresa e dell'effettiva conclusione delle stesse. Juventus desidera ringraziare i calciatori e l’allenatore per il senso di responsabilità dimostrato in un frangente difficile per tutti".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

  • Torino, abbraccia e bacia una bambina di sette anni al parco: arrestato

Torna su
TorinoToday è in caricamento