menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aurelio de Laurentiis

Aurelio de Laurentiis

Juve-Napoli, ci risiamo con i rinvii: stavolta tocca alla Supercoppa e alla richiesta rifiutata

Mentre ancora non si conosce la data del recupero di campionato

Ci risiamo: a una settimana dalla nuova sfida di Supercoppa italiana tra Juventus e Napoli, si torna a parlare di rinviare la partita. Stavolta non c'entrano le Asl e nemmeno il coronavirus, o almeno non per i giocatori positivi. 

Juventus-Napoli è in programma mercoledì 20 gennaio al Mapei Stadium di Reggio Emilia, ma il Napoli aveva chiesto di rinviare la partita. Questa volta non è una voce di corridoio, o un messaggio inviato da De Laurentiis ad Agnelli la prova, ma lo comunica lo stesso club partenopeo. Che però, con una nota ufficiale, spiega che stante il rifiuto della richiesta di rinvio, la squadra si presenterà regolarmente allo stadio, e non ci sarà nessuna Asl a vietare la trasferta, come successo in campionato.

Ecco il comunicato ufficiale del Napoli: "La SSCN parteciperà alla Supercoppa contro la Juventus in programma a Reggio Emilia mercoledì 20 gennaio. Risponde al vero il fatto che il Presidente Aurelio De Laurentiis aveva richiesto uno spostamento della partita a fine campionato, o in una data eventualmente disponibile in primavera, per una serie di motivi di grande ragionevolezza. Ma si è sempre trattato di una proposta".

Una proposta che forse sarebbe passata inosservata, se non fosse per il precedente di ottobre scorso, quando il Napoli non si presentò. Il Giudice sportivo assegnò la sconfitta a tavolino e un punto di penalizzazione alla squadra di Gattuso, sentenza confermata anche in appello dalla corte federale. Poi il ricorso al Coni che, un po' a sorpresa, ha accolto l'istanza del Napoli, annullando le sanzioni precedenti e stabilendo che la partita è da (ri)giocare. In data ancora da destinarsi, visto il calendario fitto di questa stagione.

Anche per questo secondo alcuni i "motivi di grande ragionevolezza" addotti dal Napoli per rinviare anche la Supercoppa non sono così ragionevoli.

Ma secondo De Laurentiis, "se la partita si fosse disputata in primavera, ci sarebbe stata la speranza di aprire, anche parzialmente, al pubblico. Inoltre, la proposta di De Laurentiis era rivolta a cercare maggiori fondi, dalle autorità regionali, statali e da sponsor diversi, per raccogliere una cifra importante da devolvere alla ricerca contro il Covid 19. La SSCN prende atto che questa richiesta non sia stata accettata e sarà presente mercoledì a Reggio Emilia per contendere la Supercoppa alla Juventus".

Juve-Napoli di Supercoppa si gioca, dunque, in attesa di sapere quando si giocherà il recupero della partita di campionato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento