menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Inter-Juventus 1-1 | Botta e risposta a San Siro: Vidal non basta

Il primo tempo di San Siro è equilibrato con poche conclusioni in porta. Icardi e Vidal accendono la sfida nella ripresa

Tra Inter e Juventus finisce 1 a 1 nella terza giornata di campionato. I primi 45 minuti del derby d'Italia sono equilibrati con il ritmo che si abbassa e si alza nell'arco del match. Nella ripresa Mauro Icardi da una parte e Arturo Vidal dall'altra accendono la sfida con un bellissimo botta e risposta. Un punto per uno a San Siro. 

LE SCELTE - Tutto esaurito al Meazz, gli ultimi tagliandi disponibili sono stati prima della gara. Circa 6000 i tifosi ospiti. Sciolti gli ultimi dubbi di formazione sia per Mazzarri che per Conte. L'Inter schiera il 3-5-1-1 con Taider a centrocampo al posto di Kovacic non in perfette condizioni. I nerazzurri si presentano con Handanovic, Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus, Jonathan, Guarin, Cambiasso, Taider, Nagatomo, Alvarez e Palacio. Nella Juventus pienamente recuperato Vucinic che giocherà in avanti insieme a Tevez. Conte schiera il 3-5-2 con Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Pogba, Pirlo, Vidal, Asamoah, Tevez e Vucinic. 

AVVIO DI STUDIO - La partita è subito divertente. I nerazzurri tengono il possesso palla, mentre la Juve ben organizzata riparte grazie alla velocità di Tevez e agli inserimenti di Vucinic. Mazzarri predica calma tra i suoi, mentre Conte arringa il suo centrocampo. Anche questo duello è l'anima del derby d'Italia. Al 12' prima palla gol della gara: da calcio d'angolo, Nagatomo calcia al volo dopo un errore di Pogba ma Buffon è bravissimo a respingere la minaccia con un bel tuffo. 

PARTITA A STRAPPI - Il primo giallo lo becca Campagnaro dopo aver falciato Tevez sulla trequarti. Dalla punizione che ne segue, ci prova Pirlo ma Handanovic respinge. Passano 30 secondi e anche la Juve ha il suo primo ammonito: è Lichsteiner. Il ritmo di gioco è altalenante complice anche i due schieramenti a specchio che generano così diversi 1 contro 1. Al 18' episodio da moviola: Vidal cade in area in un contrasto con Taider, ma l'arbitro aveva già fischiato un fallo di mano del cileno. 

PRIMO TEMPO SENZA GOL - La Juve serra i ranghi e schiaccia l'Inter nella propria trequarti. Tevez prova a servire di tacco Vidal, Campagnaro chiude ancora. Poco dopo ci prova anche Vucinic ma il muro di Mazzarri è solido. L'occasione grande arriva al 32': grande inserimento di Pogba, Handanovic salva tutto. I padroni di casa però sono vivi e tengono alta la guardia chiudendosi in difesa per poi ripartire con Alvarez e Palacio. Al 42' contropiede di Alvarez che pesca Taider: tiro respinto da Buffon. Il primo tempo finisce così. 

SI RIPARTE - Isla al posto di Lichsteiner: è questo il primo cambio di Conte nel match. Al 6' la prima conclusione della ripresa è di Chiellini: troppo facile per Handanovic. Il 'favore', 60 secondi dopo, lo ricambia Palacio: Buffon blocca. L'Inter, che corre molto, sembra avere più energie rispetto la Juve. Bel contropiede di Tevez al 13' ma la conclusione di Vidal è sbilenca. La partita non è bellissima, va detto, ma è molto tesa e si gioca sul filo del rasoio. Guarin e Vidal ci provano con un paio di tiri cross ma le parabole sono fuori dalla portata di tutti. 

BOTTA E RISPOSTA - E' il momento di Icardi: esce Taider. Cambia modulo Conte proponendo un 4-5-1 con il neo entrato Quagliarella (al posto di Vucinic) dietro Tevez unica punta. Al 73' azione strepitosa si Alvarez, palla in mezzo per Icardi che da solo davanti a Buffon insacca la palla dell'1-0! L'ex doriano fa ancora male alla Juve. Inter avanti ma che errore di Chiellini. Passano poco più di 80 secondi e i campioni d'Italia pareggiano: gran pallone di Asamoah e sinistro fulminante di Vidal che insacca immediatamente la palla dell'1-1. Poco dopo la Juve sfiora il 2-1 con Tevez, che manda fuori di un soffio. 

IL FINALE - Poco dopo la Juve sfiora il 2-1 con Tevez, che manda fuori di un soffio. Ci prova anche Pogba: pallone centrale e facile per Handanovic. Mazzarri cambia ancora: fuori un buon Alvarez e dentro il croato Kovacic. Fuori Pirlo e dentro Padoin nella Juve. Occasionissima per la Juve al 42': Handanovic salva su Vidal ma Isla, a porta vuota, sparacchia clamorosamente fuori. Finisce così: un punto per uno per Mazzarri e Conte. 

>> LE PAGELLE DI INTER-JUVE <<

TABELLINO
Inter (3-5-1-1):
Handanovic 6; Campagnaro 6,5, Ranocchia 6, Juan Jesus 5,5; Jonathan 6, Guarin 5,5, Cambiasso 5,5, Taider 6 (68' Icardi 6,5); Alvarez 6,5 (80' Kovacic sv); Palacio 6 A disp.: Carrizo, Castellazzi, Andreolli, Pereira, Wallace, Rolando, Samuel, Kuzmanovic, Belfodil, Milito All. Mazzarri  
Juventus (3-5-2): Buffon 6,5; Barzagli 6, Bonucci 6, Chiellini 5; Lichtsteiner 5 (46' Isla 5,5), Vidal 6,5, Pirlo 5,5 (81' Padoin), Pogba 6,5, Asamoah 6; Tevez 6,5, Vucinic 5,5 (71' Quagliarella 6) A disp.: Storari, Citti, De Ceglie, Ogbonna, Peluso, Motta, Giovinco, Llorente. All.: Conte
Marcatori: Icardi (I), Vidal (J)
Ammononiti: Campagnaro (I), Lichsteiner (J), Vidal (J), Ranocchia (I)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento