Sport

Inter-Juve 2-1: tracollo a San Siro, i bianconeri scivolano al secondo posto

Battuta d'arresto per la Juventus, che dopo il vantaggio forse eccessivamente generoso viene punita da un'Inter più concentrata e determinata

La Juventus perde 2-1 a Milano contro l'Inter la sfida valida per la 5ª giornata di Serie A. Una sconfitta giusta al termine di una partita mal gestita dalla Juve, che ancora una volta ha pagato i limiti del centrocampo e le distrazioni sulle palle inattive.

L'inizio della partita vede tra i protagonisti ancora una volta Khedira: al 2' si invola verso la porta avversaria, ma Tagliavento fischia un fuorigioco che non c'è. Il tedesco ha anche l'occasione migliore del primo tempo al 33', quando su un cross perfetto di Alex Sandro non ha la freddezza necessaria e la passa ad Handanovic.

In difesa Allegri è costretto al cambio al 24', quando Benatia in una chiusura si procura uno stiramento e deve lasciare il posto a Barzagli. Ma al 34' è il solito Icardi a fare paura, con un destro a giro dalla sinistra che sfiora il secondo palo.

In mezzo al campo la Juve con Pjanic regista è più ordinata, ma la foltissima mediana nerazzurra imbriglia il gioco bianconero. Il bosniaco è pressato con costanza, ma al 38' riesce a liberarsi dettando il passaggio a Dybala e arrivando a un tiro che esce di poco a lato.

La ripresa inizia subito in salita per la Juve, con l'Inter che pressa a tutto campo e mette in apprensione Buffon con Candreva, poi con Eder e infine con Icardi nel giro di cinque minuti. Poi al 64' ancora l'ex Candreva manda di poco a lato, ma 2' dopo la Juve passa un po' immeritatamente in vantaggio. Bravissimo Alex Sandro a liberarsi di D'Ambrosio e a trovare un cross basso che trova la deviazione vincente di Lichtsteiner, che proprio all'Inter era stato accostato da voci di mercato che avevano creato un caso.

Neanche il tempo di riflettere sugli incroci del caso che però arriva il pareggio nerazzurro. A firmarlo è ancora una volta Icardi di testa su calcio d'angolo: è il terzo gol del genere subito dalla Juve quest'anno, uno in più dei due subiti in tutta la stagione scorsa.

Se non bastasse questo campanello d'allarme, eccone un altro al 77': l'ennesimo errore di un Asamoah decisamente non all'altezza libera Icardi che dopo un primo tentativo solitario trova Perisic, il cui stacco di testa è la condanna finale per la Juve, uscita sconfitta dalla sfida di San Siro contro l'Inter come non succedeva dal 2010, l'anno del Triplete nerazzurro.

INTER-JUVENTUS 2-1

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Miranda, Murillo, Santon (33'st Miangue); Joao Mario, Medel (30'st Melo); Candreva, Banega, Eder (25'st Perisic); Icardi. All. De Boer.

Juventus (3-5-2): Buffon; Benatia (25' Barzagli), Bonucci, Chiellini (35'st Pjaca); Lichtsteiner, Khedira, Pjanic, Asamoah, Alex Sandro; Dybala, Mandzukic (29'st Higuain). All. Allegri.

RETI: 21'st Lichtsteiner, 23'st Icardi, 33'st Perisic.

NOTE: ammoniti Lichtsteiner, Barzagli, Asamoah, Medel. Espulso Banega.

LEGGI LE PAGELLE DI INTER-JUVENTUS 2-1

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inter-Juve 2-1: tracollo a San Siro, i bianconeri scivolano al secondo posto

TorinoToday è in caricamento