menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Juve fatica ma centra la 14ª contro il Frosinone

Ancora un successo per i bianconeri di Allegri che faticano più del previsto contro i gialloblu ciociari. Determinanti le giocate dei campioni per sbloccare il risultato

La Juve ottiene la 14esima vittoria consecutiva in questo campionato ma fatica più del previsto e più di quanto lasci intendere il risultato finale per battere un Frosinone davvero encomiabile. Allegri aveva dato l'idea di voler cambiare qualcosa nella formazione, tra infortuni ed esperimenti in vista di match più probanti.

Alla fine l'esperimento c'è ed è la prima volta che Alex Sandro e Cuadrado partono titolari nel 3-5-2 “flessibile” dei bianconeri. Che pure con due esterni offensivi faticano a trovare spazi nella difesa frusinate, complice un Dybala meno ispirato del solito.

Stellone in settimana aveva promesso battaglia, scherzando sulla sua voglia di essere ancora in campo per una sfida così, e in effetti i suoi non sfigurano affatto nel confronto con i campioni d'Italia in carica. La Juve però può contare su giocate individuali che mancano al Frosinone ed è da una di queste che nasce il gol che sblocca la gara al 28' della ripresa, un minuto dopo un palo di Dybala.

Pogba trova il corridoio per Alex Sandro il cui traversone basso taglia fuori l'intera difesa avversaria, con Cuadrado bravo a sfruttare la rara distrazione per appoggiare in rete con un destro da dentro l'area. Il gol del vantaggio toglie un macigno dalle spalle dei bianconeri e poco importa che a Napoli il solito Higuain abbia portato in vantaggio la capolista.

La Juventus gioca più sciolta e nel finale arriva anche il raddoppio di Dybala, con un mancino a rientrare delizioso. Anche il pareggio dell'andata allo Stadium è “vendicato”, la Juve supera l'ostico Frosinone e aggiunge ancora un passo alla marcia trionfale iniziata nel derby d'andata. In attesa del big match del 13 febbraio contro il Napoli di sarri e Higuain.


Frosinone (4-3-3): Leali; Rosi, Blanchard, Russo, Crivello; Gori (36'st Soddimo), Chibsah (27'st Frara), Sammarco; Tonev, Ciofani D. (41'st Longo), Dionisi.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini (32'st Rugani); Cuadrado, Sturaro (21' Pereyra), Marchisio, Pogba, Alex Sandro; Morata (48'st Favilli), Dybala.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento