Coronavirus, "Caso Genoa": le partite di Toro e Juve rischiano il rinvio

Serie A di nuovo nel caos?

La Serie A è di nuovo in bilico a causa del coronavirus: il "focolaio Genoa", con 11 giocatori e 3 membri dello staff trovati positivi al tampone, rischia di far rinviare la partita tra i rossoblu e il Toro, in programma per sabato 3 ottobre alle 18, ma anche Juventus-Napoli di domenica sera. E considerando un calendario già fitto e le possibili ripercussioni sulle prossime giornate, il calcio italiano sembra di nuovo vicino all'incubo.

Genoa-Torino a rischio rinvio

Il Toro, che sempre per coronavirus aveva annullato due amichevoli precampionato, aveva temuto di dover rinviare già la scorsa giornata, a causa di un giocatore granata trovato positivo, ma poi la partita con l'Atalanta si è svolta regolarmente.

Così come si era svolta Napoli-Genoa, spostata solo di tre ore dopo i tamponi positivi di Perin e Schone, per consentire ulteriori test a tutta la squadra, risultati negativi. Ma nei nuovi tamponi fatti lunedì, l'amara scoperta: 14 positivi in totale, tra calciatori e dirigenti. 

Genoa-Torino è quindi a serissimo rischio di essere spostata a data da destinarsi, visto che il Grifone si troverebbe con metà squadra indisponibile. 

Juventus-Napoli a rischio rinvio

Anche su Juve-Napoli è attesa la decisione della Lega Calcio. Non è da escludere, infatti, che tra gli 11 genoani positivi di lunedì qualcuno possa aver contagiato gli avversari nel 6-0 subito domenica al San Paolo. Per questo nel Napoli, dove già aveva fatto discutere il caso De Laurentiis, sono stati svolti esami a tutta la squadra dal cui esito dipendono le decisioni della Lega in merito al rinvio della partita contro la Juve.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spadafora: "Stop al campionato? Non credo"

Il ministro dello sport Vincenzo Spadafora ha commentato l'ipotesi di sospendere il campionato per 14 giorni, dal 3 al 15 ottobre, approfittando della già prevista sosta per le nazionali. "Non credo, non siamo ancora in queste condizioni" ha detto Spadafora, che si confronterà con Dal Pino e Gravina, presidenti di Lega Serie A e Figc, ma che lascerà appunto ai vertici del calcio le decisioni in merito ai rinvii delle partite, come da protocollo previsto in questi casi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Guerriglia in centro a Torino. Vetrine sfasciate, lanci di bottiglie e bombe carta. Gli agenti rispondono con cariche

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di lunedì 26 ottobre 2020. Boom di ricoveri, ma indice contagio scende

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

  • Domani sera a Torino due manifestazioni contro le limitazioni sul coronavirus

  • Bar e ristoranti chiusi dalle 18 ma aperti nel weekend. "Rischio di stop definitivo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento