Domenica, 16 Maggio 2021
Sport

Copenaghen-Juventus 1-1 | Quagliarella non basta: Wiland para tutto

Dopo 15 minuti Jorgensen fredda Buffon e porta avanti i danesi. Nella ripresa Quagliarella pareggia i conti ma è solo pareggio per la Juve

La Juventus pareggia 1 a 1 contro il Copenaghen, nella prima partita del girone di Champions League. Al Parken Stadium, dopo 15 minuti, Nicolai Jorgensen porta avanti i danesi. I ragazzi di Antonio Conte, però, reagiscono e producono diverse palle gol ma il portiere Johan Wiland è in formissima e para tutto. Nella ripresa ci pensa poi Fabio Quagliarella a rimettere il risultato in parità. La Juve insiste, crea ma non riesce a sfondare e torna così, in Italia, con un solo punto in tasca. 

LE SCELTE - Sono 3 le novità, una per reparto, decise dal tecnico bianconero Antonio Conte, per l'esordio in Champions League della Juventus contro il Copenaghen: Ogbonna al posto di Barzagli, Peluso per Asamoah e Quagliarella per Vucinic. Queste le formazioni ufficiali. Copenaghen: Willand, Jacobsen, Bengtsson, Mellberg, Sigurdsson, Claudemir, Delaney, Jorgensen, Braaten, Bolanos, Adi; Juventus: Buffon, Bonucci, Ogbonna, Chiellini, Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Pogba, Peluso, Tevez, Quagliarella. 

BRUTTA PARTENZA - Al 5' Pirlo batte corto l'angolo per Tevez: l'argentino si coordina ma calcia fuori. Poco dopo, palla persa da Bonucci, Adi però non serve Bolanos ma prova il tiro che viene deviato ed è facile per Buffon. La Juve, in maglia gialla, prova a fare la partita. La squadra di Conte, però, non trova varchi in zona offensiva con il Copenaghen che si difende bene e, a sopresa, passa addirittura in vantaggio. Al 13' punizione dei danesi, Ogbonna cincischia e Jorgensen fredda Buffon: Juve sotto al Parken Stadium.

MURO DANESE - 60 secondi dopo Tevez ci prova impenando Wiland: la ribattuta è di Quagliarella che, da posizione defilata, prova il tiro ma è facile per l'estremo difensore del Copenaghen. Juventus che impensierisce il Copenaghen con una serie infinita di angoli, sull'ultimo Chiellini ci arriva di testa ma Wiland salva in angolo. Poco dopo Pogba, da un metro, ha una occasione d'oro ma il portiere danese salva anche questa con il ginocchio. Sfortunata la squadra campione d'Italia che meriterebbe il pari. Copenaghen non lascia spazi nell'area di rigore, Tevez ci prova dal limite ma il pallone termina alto. Il primo tempo finisce così. 

LA ZAMPATA DELLA 'QUAGLIA' - Juventus subito all'attacco, la difesa di casa chiude in angolo. Altra super occasione al 51: Tevez, solo davanti al portiere, calcia addosso a Wiland bravo a rimanere in piedi fino all'ultimo. Poco dopo, però, arriva il meritato pari juventino: cross dalla sinistra di Peluso, la palla arriva a Quagliarella dopo un velo di Tevez e lo stabiese batte Wiland e porta la Juve sul pari. E' 1 a 1. Conte, dopo il gol, sprona i suoi a dare di più alla ricerca della rete del vantaggio.

ASSALTO JUVENTINO - Al 58' altra buona azione della Juve: Peluso insiste sulla sinistra e centra per Lichtsteiner ma il destro al volo è alto. Poco dopo ci prova Pirlo: Wiland respinge come può, Lichtsteiner recupera la sfera e crossa per Quagliarella che però non riesce a girare. Insiste la squadra italiana alla continua ricerca del gol. Al 63' Quagliarella, di testa, colpisce una clamorosa traversa a portiere battuto. Passano 60 secondi ed è il turno di Pogba che si libera di due avversari ma scivola al momento della conclusione che è facile per il portiere di casa. Tevez e compagni sono padroni del campo. 

QUANTE OCCASIONI SPRECATE - Il Copenaghen si rivede con il solito Jorgensen: tiro alto al 70'. Conte cambia: fuori un generoso Peluso e dentro De Ceglie. Il tempo scorre e la Juve ha bisogno di un gol per portare a casa una vittoria. Al 75' bella sponda di Quagliarella per Vidal che stoppa bene ma calcia debolmente e Wiland para ancora. Altra sostituzione: entra Giovinco per l'autore del gol Quagliarella. Il portiere danese è un polipo para ancora su Tevez salvandosi in angolo: dal corner Pogba, di testa, sfiora l'angolino. La Juve meriterebbe di più. 

IL FINALE - Negli ultimi minuti Solbakken cambia ancora le carte e dal mazzo pesca Toutouh. Fuori Bolaños. Al minuto 80, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Vidal prova il jolly: palla in curva. Passano 60 secondi e anche Giovinco si iscrive al clan delle 'occasioni sprecate' facendosi murare da Wiland autentico protagonista del match. Conte getta anche Isla nella mischia. Si arriva però nel finale di gara senza più energie a il risultato non cambia. Un punto per uno che, però, sta stretto alla Juventus che ora dovrà cercare punti contro Galatasaray e Real Madrid

TABELLINO
COPENAGHEN (4-4-2)
: Wiland 7, Jacobsen 5,5, Bengtsson 6, Mellberg 6, R. Sigurdsson 6, Claudemir 5,5 (85' Margreitter sv), Delaney 6, Bolaños 6 (78' Toutouh sv), Braaten 6, Adi 5,5 (69 Gíslason 6), N. Jorgensen 6,5. A disposizione: Jensen, Remmer, Kristensen, Santin.
JUVENTUS (3-5-2): Buffon 5,5, Chiellini 5, Ogbonna 5,5, Bonucci 5,5, Peluso 6,5 (73' De Ceglie 6), Lichtsteiner 6 (85' Isla sv), Pogba 6,5, Pirlo 6, Vidal 6, Tévez 6,5, Quagliarella 6,5 (75' Giovinco 6). A disposizione: Storari, Padoin, Asamoah,  Llorente.
Marcatori: Jorgensen (C), Quagliarella (J)
Ammoniti: Mellberg (C), Bengtsson (C), Peluso (J), Lichtsteiner (J)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Copenaghen-Juventus 1-1 | Quagliarella non basta: Wiland para tutto

TorinoToday è in caricamento