Sport

Juventus in ansia per Conte: in caso di squalifica resterà bianconero

La Juventus si prepara alla battaglia legale in difesa del suo allenatore e condottiero, Antonio Conte. Pronto il suo vice Angelo Alessio

Antonio Conte e la Juventus: un legame inossidabile. Le sensazioni sono differenti, qualcuna non è positiva. In Corso Galileo Ferraris sono pronti ad accogliere un deferimento che potrebbe portare brutte notizie: il procuratore della Figc Stefano Palazzi potrebbe optare per omessa denuncia e quindi ad una squalifica significativa.

La Juventus però è pronta a tutto. Il presidente Andrea Agnelli, regolamenti alla mano, sa che nei mesi dell’eventuale stop disciplinare il tecnico leccese potrà continuare ad allenare. Niente partite in panchina, ma in tribuna sì, quello si può. "L’inibizione temporanea" secondo l’articolo 19 del codice di giustizia della Figc impedisce l’accesso agli spogliatoi, al tunnel e al recinto gara, così come l’articolo 70 del codice disciplinare della Uefa.

L'eventuale squalifica sarà attiva in "manifestazioni o gare calcistiche anche amichevoli, nell’ambito della Figc, con eventuale richiesta di estensione anche in ambito Fifa e Uefa". Insomma se Antonio Conte dovesse essere squalificato resterrebbe alla Juve, allenando la squadra e poi guidando il gruppo dalla tribuna insieme, magari suggerendo qualche mossa al suo vice Angelo Alessio che sarà in panchina. La Vecchia Signora non lascia solo il suo Conte.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus in ansia per Conte: in caso di squalifica resterà bianconero

TorinoToday è in caricamento