Sabato, 25 Settembre 2021
Sport

Patteggiamento, mercato infortuni e Supercoppa: la calda estate di Conte

"Non vi lasceremo soli", aveva detto il presidente Andrea Agnelli rivolto a tutti i tesserati bianconeri deferiti nell'ambito dell'inchiesta sul Calcioscommesse. E così è stato

Antonio Conte sta vivendo un'estate caldissima, non solo per il clima torrido. Amichevoli, infortuni, calciomercato, la Supercoppa italiana e il calcioscommesse sono ormai all'ordine del gioro in casa JUventus. In questi giorni, lavora una specie di pool difensivo permanente composto da tre avvocati: i bianconeri Chiappero e Briamonte, e il legale di Conte, Antonio De Rensis, più il presidente Andrea Agnelli in persona.

 
Tutti uniti per valutare, assieme agli interessati, caso per caso quale sia la migliore linea da tenere nel processo sportivo che comincia mercoledì davanti alla Commissione disciplinare. Le posizioni degli accusati sono diverse: per il tecnico, il suo vice Alessio e Pepe si tratta di omessa denuncia, mentre per Bonucci e Stellini il ben più grave illecito sportivo. La decisione finale spetta esclusivamente al singolo, ma tra oggi e domani si definiscono i trattamenti giudiziali, in modo da arrivare al giorno della prima udienza con un accordo con la Procura federale soltanto da ufficializzare. 
 
Per il tecnico bianconero ex Siena, a quanto si è appreso, i legali avrebbero raggiunto un'intesa, che lui accetterebbe, per tre mesi di squalifica e una consistente ammenda. Anche Leonardo Bonucci sembra avviato sulla stessa formula, però con ben altre prospettive, perchè qui si parla, in caso di patteggiamento, di un anno di squalifica come minimo.
 
Nonostante la fase della stagione sia quella di solito riservata ai sogni e ai propositi di rilancio, tiene comunque banco più che mai sulla scena juventina il caso-Conte, che comporta un coinvolgimento emotivo notevole per i tifosi. Ma in casa Juve non si lavora alacremente soltanto sul fronte giudiziario: lo staff medico ha già parecchie pratiche da sbrigare, come il tentativo di recupero di Chiellini per la Supercoppa dell'11 agosto, cui si tiene moltissimo. 
 
Mancherà sicuramente Caceres, mentre sembra a buon punto Pepe e si stanno valutando l'affaticamento di De Ceglie e la mini-distorsione alla caviglia di Lucio. Gli ultimi due non giocheranno l'amichevole con il Benfica di mercoledì prossimo a Ginevra, ma in compenso Conte ritrova i nazionali reduci dall'Europeo: è un test delicato perchè i portoghesi hanno rifilato cinque gol al Real Madrid. Non sta certo con le mani in mano neppure Beppe Marotta, che si occupa di altri puntelli importanti: prioritaria la questione del difensore, sia a causa degli infortuni che hanno penalizzato il reparto, sia per il fondato timore di perdere per squalifica Bonucci.
 
Sono, in ordine di probabilità, Bocchetti, Andreolli e Bruno Alves i candidati, anche se ha impressionato il giovane Masi. Sempre in attesa del top player in attacco, si perfezionano due trattative, per Armero e Poli. L'esterno dell'Udinese è vicino e mercoledì l'ad Marotta e il presidente friulano Pozzo potrebbero mettere nero su bianco; per l'ex interista, tornato alla Samp, la Juventus sta cercando un partner che acquisti il giocatore a metà per poi girarlo alla Fiorentina nell'operazione Jovetic. 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patteggiamento, mercato infortuni e Supercoppa: la calda estate di Conte

TorinoToday è in caricamento