menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Moggi ha lasciato la Juventus nel 2006

Moggi ha lasciato la Juventus nel 2006

Calciopoli, Moggi mette sul piatto la telefonata prima di Inter-Juventus

L'intercettazione che tanto sta facendo discutere risale all'autunno 2004. A parlare sono l'arbitro Rodomonti e il designatore Bergamo. Si sentono al telefono tre ore prima del "Derby d'Italia"

Tanti tifosi bianconeri attendono le novità del processo Calciopoli, perché oggi rischia di essere il gran giorno di Luciano Moggi. La difesa dell'ex dirigente della Juventus ha messo sul piatto una serie di intercettazioni che, dal suo punto di vista, potrebbero rivoluzionare l'intero procedimento.

L'intercettazione che tanto sta facendo discutere risale all'autunno 2004. A parlare sono l'arbitro Rodomonti e il designatore Bergamo. Si sentono al telefono tre ore prima del "Derby d'Italia". La difesa di "Big Luciano" si dice convinta che questa telefonata sia la prova di un piano per sfavorire la Juventus. All'epoca l'Inter era 15 punti indietro rispetto ai bianconeri. La telefonata, consegnata ai legali di Moggi dal consulente Nicola Penta.

Il testo che secondo i legali di Moggi è tanto importante, è il seguente:

Bergamo:''Stai preparando la partita?'', chiede Bergamo.
Rodomonti:''Si si si'', risponde l'arbitro di Teramo.
Bergamo:''Hai visto qualcosa oggi, mentre riposavi?''
Rodomonti:''No, ho visto quasi niente..''
Bergamo:''Pero' mi raccomando, hai faticato tanto per arrivare li', per ritornarci, e quindi mi aspetto, credimi, che tu non sbagli niente''.
Rodomonti:''Mi fa immensamente piacere quello che hai detto perche' e' la verita'''.
Bergamo:''Oltretutto c'e' una differenza di 15 punti tra le due squadre, capito? Quindi anche psicologicamente preparatici bene''.
Rodomonti:''Va bene, tranquillo'', lo rassicura Rodomonti.
Bergamo:''Fa' la tua partita non ce n'e' per nessuno, e, se ti dico propria la mia, in questo momento sei hai un dubbio, pensa piu' a chi sta dietro piuttosto che a chi e' davanti, dammi retta''.
Rodomonti:''Va bene, parola d'onore, va bene, stai tranquillo''.
Bergamo:''E' una cosa che rimane tra me e te. Arrivare lassu' lo sai quanto sia faticoso, e ritornare giu' sarebbe per te proprio stupido. Fa' la persona intelligente''.
Rodomonti:''Perfetto, ho capito tutto''.
Bergamo:''La cosa rimane tra me e te, come mi auguro''.
Rodomonti:''Vai tranquillo, no no, io non parlo mai con altri di me''.
Bergamo:''Io ci conto. Perche' e' soltanto una scelta per te, credimi, devi pensare a te stesso in questo momento''.


La partita terminerà 2 a 2: la Juventus andrà due volte in vantaggio con Zalayeta e Ibrahimovic su rigore, mentre per l'Inter vanno a segno Vieri e Adriano.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento