Lunedì, 20 Settembre 2021
Calciomercato Vallette / Corso Gaetano Scirea

Il punto sulla situazione Ronaldo-Juve nella giornata decisiva della storia bianconera di CR7

Tutte le ipotesi in ballo

Ronaldo al suo primo arrivo a Torino come giocatore della Juventus

Cristiano Ronaldo resta alla Juventus? E se lascia i bianconeri, in quale squadrà andrà a giocare il fuoriclasse portoghese? Quella che abbiamo chiamato la principale "telenovela piemontese" degli ultimi mesi va avanti da maggio, prima ancora che la Juve finisse il campionato e centrasse in extremis la qualificazione per la Champions League i cui sorteggi sono in programma oggi.

Ma oggi potrebbe essere la giornata decisiva, dopo tante voci di calciomercato, dopo tanti indizi in campo e fuori: il procuratore di Ronaldo, Jorge Mendes, ha appena concluso l'incontro a Torino con i vertici della Juventus, ecco tutte le ipotesi al momento in ballo, da quelle più concrete a quelle decisamente più fantasiose.

Ronaldo al Manchester City? Le richieste della Juve

Secondo quanto riportato da Gianluca Di Marzio e da altri esperti di calciomercato, le posizioni delle parti in causa sono chiare e ferme. Da una parte c'è Cristiano, il cui procuratore ha ribadito l'intenzione di lasciare la Juve.

Dall'altra c'è appunto il club bianconero. Nella trattativa con il Manchester City di Guardiola, ovvero il club che alla fase attuale ha più possibilità di far suo il campionissimo portoghese, la Juve non vuole lasciare andare il giocatore senza un'adeguata contropartita, economica o tecnica.

Mendes avrebbe fatto notare che la Juve risparmierebbe una cifra di poco inferiore ai 30 milioni se si liberasse dell'oneroso ingaggio di CR7, ma la Juve non vuole perdere gratis il suo uomo simbolo, e avrebbe richiesto o un pagamento di 25-30 milioni di euro da parte del City, o in alternativa uno scambio alla pari con l'attaccante brasiliano Gabriel Jesus.

Da vedere, quindi, se la Juventus resterà ferma sul punto, con un atteggiamento intransigente analogo a quello mostrato con il Sassuolo nell'affare Locatelli, o se alla fine cederà alle richieste di Mendes e Ronaldo.

Ronaldo resta alla Juve? Le possibilità attuali

Non è certo da escludere che alla fine CR7 resti in bianconero per il suo ultimo anno di contratto. In tal senso si era già spresso il vicepresidente Nedved in occasione delle domande sulla panchina di Cristiano all'inizio di Udinese-Juventus.

Anche allegri, a domande sulla questione, si era detto fiducioso circa la permanenza di Ronaldo nella squadra da lui allenata, ma va anche detto che il tecnico livornese è per sua stessa definizione un "aziendalista", e quindi non si opporrebbe a decisioni diverse del club.

Ronaldo fuori rosa come Khedira e Mandzukic?

E se la trattativa si arenasse, come reagirebbe Ronaldo? Di sicuro è un professionista esemplare, non uno che fa i "capricci", ma avrebbe senso costringerlo a rimanere a Torino contro la sua volontà? Non sarebbe un boomerang per la suadra?

Di sicuro, è molto improbabile che Ronaldo faccia la fine che hanno fatto negli anni scorsi Khedira e Mandzukic, che restarono fuori rosa per diversità di vedute con il club, che in quel caso voleva liberarsi di due giocatori che invece volevano rimanere a Torino. La Juve avrebbe troppo da perderci e niente da guadagnarci.

Cristiano Ronaldo al PSG? La folle idea dello scambio con...

Sull'ipotesi di Ronaldo a Parigi si sono sprecati fiumi di inchiostro e di parole. Tra le più suggestive ipotesi emerse negli ultimi giorni, una è quella che solletica di più la fantasia dei tifosi bianconeri: uno scambio di prestiti annuali con Gigio Donnarumma. 

Vero è che l'ultima prestazione di Szczesny ha fatto suonare un bel campanello d'allarme in casa bianconera, alimentando il dubbio di non avere un portiere all'altezza della situazione. Ed è anche vero che l'ex portiere del Milan per ora sta facendo panchina in Francia, mentre il titolare è ancora Keylor Navas. E vero, infine, che l'idea di vedere Ronaldo e Messi nella stessa squadra sarebbe il sogno di ogni appassionato di calcio.

Ma almeno per il momento l'ipotesi sembra del tutto assurda: in primis perché bisognerebbe far trovare l'accordo tra Jorge Mendes e il procuratore di Domnnarumma, ovvero Mino Raiola, cosa non semplicissima. E poi perché il PSG contraddirebbe se stesso, dopo gli investimenti e gli annunci dell'operazione Donnarumma. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il punto sulla situazione Ronaldo-Juve nella giornata decisiva della storia bianconera di CR7

TorinoToday è in caricamento