Calciomercato

Calciomercato di riparazione, tutte le trattative di Juventus e Torino

Ecco chi arriva in città e chi saluta bianconeri e granata

Foto Ansa

Si è conclusa nella serata dell'1 febbraio la sessione di calciomercato di metà stagione 2020/2021. In quella che è considerata la sessione "di riparazione", in genere non ci sono grandi colpi né in entrata né in uscita, ma le società hanno comunque una possibilità per migliorare qualche lacuna nelle rose e/o per sistemare i conti.

Quest'anno non è andata molto diversamente da quelli scorsi, ma si può dire che tra le due squadre torinesi di Serie A è il Toro ad aver fatto qualcosina in più, anche perché tra la pericolosa situazione di classifica e il conseguente recente cambio di allenatore lo imponevano. La Juve, invece, ha guardato più al futuro, ma anche al presente, per liberarsi di qualche ingaggio oneroso e per rafforzare l'Under 23.

Calciomercato Torino: arrivati Sanabria (ma è positivo al Covid) e Mandragora

In entrata: Sanabria (attaccante, dal Betis), Mandragora (c, Udinese)

In uscita: Millico (a, Frosinone), Meité (c, Milan), Edera (a, Reggina), Rosati (p, Fiorentina), Segre (c, Spal), Onisa (c, Imolese), Adopo (c, Viterbese), Carissoni (d, Vis Pesaro).

Per Nicola due importanti rinforzi da questo mercato: il club di Cairo ha infatti acquistato a titolo definitivo dal Real Betis di Siviglia l'attaccante Antonio Sanabria, che in Italia ha già vestito le maglie di Sassuolo, Genoa e Roma; e poi Rolando Mandragora, arrivato in prestito per 18 mesi con obbligo di riscatto, al raggiungimento di determinate condizioni, dalla Juventus, che lo aveva prestato prima all'Udinese. Da segnalare che nel corso delle visite mediche Sanabria è risultato positivo al Covid-19, per cui dopo la firma sul contratto è ora in isolamento, ma non è entrato in contatto con il gruppo squadra.

Relativamente alle uscite, il Toro ha ceduto in prestito secco: Millico al Frosinone, Edera alla Reggina e Onisa all’Imolese. A questi si aggiungono i prestiti con diritto di riscatto di Meité al Milan e di Adopo alla Viterbese e il prestito con obbligo di riscatto, al raggiungimento di determinate condizioni, di Segre alla Spal. Infine due cessioni a titolo definitivo del portiere Rosati alla Fiorentina e dell'esterno difensivo Carissoni alla Vis Pesaro.

Voto al calciomercato del Toro: 6,5

Calciomercato Juventus: addio a Khedira, a presto a Rovella, chi è Akè

In entrata: Akè (c, Olympique Marseille), Compagnon (c/a, Udinese), Dabo (c, Nantes), De Marino (d, Pro Vercelli), Lungoyi (a, Lugano), Pecorino (a, Catania), Rovella (c, Genoa), Boloca (d, Monza).

In uscita: Coccolo (d, Cremonese), Wesley (d, Sion), Stefano Gori (p, Pisa), Khedira (c, Hertha Berlino), Lungoyi (a, Lugano), Monzialo (a, Lugano), Mosti (c, Monza-Ascoli), Parodi (d, Pro Vercelli), Petrelli (a, Genoa), Portanova (c, Genoa), Rovella (c, Genoa), Rugani (d, Cagliari), Tongya (c, Olympique Marseille).

Tanti nomi sia in entrata sia in uscita, ma in realtà non cambia praticamente nulla per la squadra di Pirlo, almeno per questa stagione. Molti giovani da e per l'Under 23, di cui il più importante in arrivo a Torino è Marley Akè, che forse giocherà qualche spezzone di partita in prima squadra. E poi molti prestiti, dei quali si vedranno i prestiti forse nei prossimi anni. 

Per quanto riguarda i nomi da Serie A, a parte Mandragora girato dall'Udinese al Toro, si segnalano e il cambio di prestito di Rugani, che termina l'esperienza francese con il Rennais e va in prestito al Cagliari, e la risoluzione definitiva del contratto con Khedira, che si è potuto trasferire in Germania all'Hertha Berlino.

Infine, l'unica vera trattativa in entrata è quella di Nicolò Rovella: il centrocampista è stato preso dal Genoa, dove rimarrà in prestito fino a fine stagione; al Grifone ceduti a titolo definitivo nell'ambito di questa operazione Manolo Portanova ed Elia Petrelli. Insomma, come detto per il presente non cambia nulla, ma la Juve rinforza l'Under 23 e si libera dell'oneroso contratto di Sami Khedira. Non il massimo, considerato che ai bianconeri serviva un attaccante per far rifiatare Ronaldo, Morata e il temporaneamente infortunato Dybala.

Voto al calciomercato della Juve: 5,5

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calciomercato di riparazione, tutte le trattative di Juventus e Torino

TorinoToday è in caricamento