Sport

Krasic: il calo del sosia di Nedved che voleva la maglia di Trezeguet

Paragonato a Nedved, voleva il numero della maglia di Trezeguet e invece si è accontentato del 27 (ex numero di Paolucci). Krasic è scontento e vorrebbe lasciare Torino. Ranieri fiuta l'affare e lo vorrebbe all'Inter

Milos Krasic ha smarrito la strada, cerca una nuova strada, una nuova avventura lontano dalla Juventus. Ecco allora che Claudio Ranieri fiuta l'affare per la sua Inter e si sta muovendo per avere in prestito il sosia di Pavel Nedved, "solo per i capelli" come dice Luciano Moggi. Giuseppe Marotta sarebbe disposto a cedere il serbo ai rivali nerazzurri ma la formula non lo convince: la Juve, infatti, vorrebbe incassare almeno 10 milioni di euro dalla trattativa. Il 21 agosto del 2010 viene ufficializzato il suo trasferimento alla Juventus, per 15 milioni di euro pagabili in tre rate da 5 milioni l'una (ne manca ancora una). Con la squadra bianconera, Krasic, firma un contratto quadriennale ed esprime il desiderio di indossare la maglia numero 17 quella ancora occupata da David Trezeguet, e così opta per la maglia numero 27 lasciata vacante da Michele Paolucci. Quando il destino dice già tutto. Il suo debutto in campionato è esaltante, i primi mesi sono impressionanti poi il tuffo contro il Bologna e il ritorno alla realtà. L'ex esterno del Cska Mosca non riesce più a saltare l'uomo, non crossa più e ne tanto meno azzecca i movimenti giusti: un calo quasi surreale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Krasic: il calo del sosia di Nedved che voleva la maglia di Trezeguet

TorinoToday è in caricamento