Martedì, 21 Settembre 2021
Sport

Juventus, Immobile obiettivo di mercato. Marchisio lavora duro

Niente follie, quindi, come previsto e niente anticipi forzati, come quello di Llorente. Il Principino invece continua il recupero

Caccia grossa a Immobile e straordinari per Claudio Marchisio: oggi incontro tra Beppe Marotta e il presidente del Genoa Enrico Preziosi per portare subito l'attaccante (già per metà bianconero) a Torino, mentre il numero 8 è troppo prezioso per non cercare a tutti i costi il rientro sabato con l'Udinese. Immobile, dunque. Per alcuni motivi è l'obiettivo più praticabile: il Genoa ha già un altro centravanti, Floro Flores, appena preso e non opporrebbe grandi resistenze per la cessione in prestito, in attesa poi di rivedere tutto l'affare a giugno. Da Conte arriverebbe un suo ex pupillo, che già conosce e su cui la Juventus potrebbe puntare anche per il futuro, visto che ha 22 anni.

Numericamente prenderebbe il posto di Bendtner, ma considerato lo score non proprio da top player degli attaccanti bianconeri attuali e la tendinite di cui soffre Vucinic, non è un azzardo pensare che la maglia di titolare possa arrivare presto. Si discute comunque sulla contropartita tecnica e siccome il Genoa non era soddisfatto dei propri centrocampisti, si è fatto il nome di Padoin, che però è uno dei pochi panchinari a non avere deluso Conte e l'altro, Marrone, non si tocca per volere del tecnico, peraltro anche condiviso dal promettente Under 21.

Niente follie, quindi, come previsto e niente anticipi forzati, come quello di Llorente: semmai, se Drogba dovesse essere folgorato sulla via di Damasco, Marotta sarebbe pronto ad accoglierlo, alle condizioni bianconere, però, e cioè tre milioni a stagione, uno e mezzo per i sei mesi di quella che resta da giocare. Nel frattempo Conte fa affidamento sul ritorno di Marchisio, fermo da dieci giorni per la botta subita al ginocchio con la Samp: in questo momento è più che mai indispensabile ed è l'unico recuperabile perchè Chiellini ne ha ancora per un mesetto e Asamoah è ostaggio dei risultati della propria Nazionale, il Ghana, alla Coppa d'Africa.

Se si considera inoltre l'impiego molto part time di Vucinic, la convalescenza lunga di Pepe e la delusione-Isla, ci si rende conto che il tecnico è in piena emergenza e questa è l'ultima settimana libera da impegni prima del ritorno sulla scena di Coppa Italia e Champions. Certo, il calendario non mette di buon umore i bianconeri, perchè incontrare Lazio e Napoli fuori casa a distanze di classifica colmabili non è proprio una passeggiata, a cavallo oltretutto con gli impegni di Coppa.

Paradossalmente, poi, sono le vittorie a creare ulteriori problemi di calendario, visto che dovrà incontrare due volte la Lazio. Ma è la sorte di chi ambisce a competere su tutti i fronti e la squadra di Conte, come ha dimostrato più la scorsa stagione di quella attuale, si esalta con le grandi e trova un terreno tattico più favorevole. Ma l'Udinese, sabato, sarà già un test eccellente, perchè è tornata l'ammazzagrandi di qualche mese fa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus, Immobile obiettivo di mercato. Marchisio lavora duro

TorinoToday è in caricamento