menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Juventus, Lichsteiner e Vucinic per arrivare a Jovetic e Higuain

Sono stati offerti Quagliarella, Matri, Marrone e Giovinco alla Fiorentina. Per comprare bisogna vendere e la società bianconera si sta attivando

Ernesto Bronzetti, stretto collaboratore del presidente del Real Madrid, Florentino Perez, si dimostra ottimista sul passaggio di Gonzalo Higuain alla Juventus. D'altra parte, le voci insistenti dei media spagnoli che danno per sicuro l'arrivo di Luis Suarez alle merengues è una conferma indiretta della partenza verso Torino del centravanti argentino.

Fa invece catenaccio il presidente degli spagnoli, che si limita ad osservare: "Non ho parlato con la Juventus". Ma i due club conoscono benissimo le rispettive condizioni: il Real ha tentato il colpo Vidal e la Juve ha risposto con il prolungamento di contratto, a riprova del concetto di incedibilità del cileno. 

Ha messo sul piatto Lichtsteiner, ma a Madrid non sembrano entusiasti. A meno di un clamoroso irrigidimento di Perez, la trattativa è quindi in dirittura d'arrivo e la Juventus è disposta anche a impegnarsi a sborsare il contante, certa di monetizzare con contropartite tecniche l'altro grande affare, Jovetic. Sono stati offerti Quagliarella, Matri, Marrone e Giovinco e i bianconeri sborserebbero una cifra non superiore ai 10 mln, ammortizzabile con ulteriori cessioni, comproprietà, prestiti, da Gabbiadini a Boakye e Cibsah, Immobile, Melo, Martinez, Ziegler. 

E spunta anche il nome del grande sacrificato: non Vidal, non Pogba, non Marchisio, ma Vucinic, che però potrebbe entrare nell'affare Ranocchia come scambio più o meno alla pari con l'Inter. A proposito di Inter, Chiellini dal ritiro azzurro lancia messaggi di stima per i nerazzurri: "Con Mazzarri sarà un problema, potrebbero fare come noi l'anno scorso, senza impegni infrasettimanali". Tornando alla strategia per gli attaccanti della Juventus, l'idea Tevez non è per nulla tramontata, sia perchè piace moltissimo a Conte, sia perchè i bianconeri fino a quando non saranno certi di arrivare a Higuain, non vogliono trovarsi spiazzati sul top player d'attacco. 

E intanto Conte pensa a come ridisegnare tatticamente la squadra: lo intriga molto, dopo averlo visto all'opera dal vivo a Wembley, il 4-2-3-1 di Bayern e Borussia, ma con questo modulo ci sarebbe solo un posto per Pirlo, quello di fantasista centrale alle spalle della punta. Conte pensa anche al 4-3-3, con Vidal-Pirlo-Pogba e un attacco con due esterni agili (Diamanti-Jovetic) più il bomber centrale. In questo caso il più difficile da collocare tatticamente sarebbe Marchisio. Molto, se non tutto, dipenderà dunque dalle caratteristiche di chi arriva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento