Sport

Juventus, Marotta: "Mai trattato Diakitè. Jovetic piace"

"Non siamo scorretti". Beppe Marotta ritorna su polemiche e rumors recenti a proposito di presunti comportamenti scarsamente etici da parte dei bianconeri sul fronte mercato

L'amministratore delegato della Juventus Giuseppe Marotta difende il suo operato e chiarisci alcuni punti sul fronte relativo al calciomercato: "Continuano ad attribuirci mosse non corrette, ma non abbiamo mai trattato Diakitè - spiega l'ad bianconero - e rispettiamo la Lazio. Jovetic? Continua a interessarci, perchè abbiamo individuato in lui uno dei profili giusti. Ma sarà la Fiorentina a decidere sul suo futuro. Llorente? Mai come quest'anno ci vengono attribuite mosse di mercato. C'è gente che sembra sapere tutto di noi e invece spesso sono fantasie. Certo, continuiamo a monitorare il giocatore, perchè anche lui rappresenta un profilo adatto per noi. Il monitoraggio è doveroso, anche se ci attribuiscono tante cose false".

SETTEMBRE CALDO - Intanto, sarà un settembre caldissimo su tre fronti, campionato, Champions e giustizia sportiva. "In Italia veniamo dati per favoriti, ma ogni stagione ha una sua storia. Certo, c'è un anno in più di lavoro e conoscenza, ma non sarà facile ripetere le straordinarie motivazioni dello scorso campionato. In Europa, cercheremo di avere lo stesso spirito delle competizioni italiane, anche se non ci poniamo obiettivi precisi. Siamo felicissimi di esserci tornati, perchè è la collocazione che compete al blasone della Juventus. Stiamo valutando insieme all'allenatore come distribuire le forze nella nostra rosa, in modo da renderla competitiva per entrambi i fronti. Per Conte al Tnas siamo superfiduciosi. Ma speriamo che questa vicenda finisca prima possibile, perchè ha poco a che fare con il calcio giocato".

LA ROSA - A proposito di rosa bianconera, si ritorna su Bendtner, perchè il tecnico ha urgenza di ricambi non solo per l'imminenza della trasferta di Londra, ma anche per il numero di bianconeri continuamente impegnati in Nazionale: "Conte ha dato giudizi positivi su di lui. Aspettiamo fiduciosi". La squadra si allenerà al completo solo da domani, anche se oggi Conte ha lavorato sulla tattica anti-Genoa. Domenica potrebbe essere il giorno del tanto atteso rientro al calcio giocato di Isla, ma al massimo partendo dalla panchina. Cautela è sempre il vocabolo più usato dalle parti di Vinovo, soprattutto quando si prepara una stagione con il ricco menù del calcio continentale. In questa ottica rientra il dosaggio di energie per i big, Pirlo su tutti, che nemmeno Prandelli si decide, per mancanza di alternative già mature, a fare riposare nemmeno con Malta. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus, Marotta: "Mai trattato Diakitè. Jovetic piace"

TorinoToday è in caricamento