rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Calcio

Inter-Juventus 1-1: rigore di Dybala replica al tap-in di Dzeko, bianconeri a -10 dalla vetta

Bianconeri sotto fino a 3' dal termine

Pari in una partita poco divertente tra Inter e Juventus, con un risultato che non soddisfa nessuna delle due formazioni, che vedono la vetta su cui siede l'accoppiata Napoli-Milan allontanarsi (-7 per i nerazzurri, -10 per i bianconeri). I bianconeri si trovano a dover rimontare e riescono a farlo in virtù di una maggiore pressione nella parte conclusiva dell'incontro e di un'ingenuità di Dumfries, che di fatto regala il rigore del pareggio che Dybala realizza. La Juve torna a prendere gol dopo cinque partite consecutive (compresa quella di Champions contro lo Zenit) senza subirne.

La sintesi del primo tempo

Juventus in campo con un 4-4-2 con Bernardeschi e Cuadrado esterni alti e Kulusevski vicino a Morata davanti per contrastare il tradizionale 3-5-2 dell'Inter. La prima occasione arriva per i bianconeri al 7' con un destro di Morata dal vertice sinistro dell'area di rigore e una parata goffa di Handanovic; la difesa nerazzurra rimedia chiudendo su Alex Sandro.

Al 14' l'episodio chiave della prima frazione: spallata in area tra Bernardeschi e Darmian con l'esterno bianconero che cade in area dolorante per una botta alla spalla. Il numero 20 prima chiede il cambio, poi chiede al tecnico Allegri di aspettare un minuto per valutare le sue condizioni. Sul capovolgimento di fronte, con la Juve in dieci uomini, la palla arriva a Calhanoglu che da fuori area lascia partire un destro deviato da Locatelli che si stampa contro l'incrocio dei pali e ricade al centro dell'area di rigore dove Dzeko, indisturbato, ribadisce in rete con un tap-in. Subito dopo entra Bentancur e la Juve passa al 4-3-3 con Cuadrado esterno alto di destra.

La partita si spegne di fatto al 23' quando un errore di Skriniar in fase di impostazione serve Cuadrado che libera un destro da fuori area, ma la palla finisce di poco a lato. La seconda metà della frazione scorre senza particolari preoccupazioni per i due portieri. Vengono ammoniti prima Barella e poi Alex Sandro per due interventi fallosi.

La sintesi del secondo tempo

Si riprende come si era concluso. Squadre con gioco abbastanza confusionario e occasioni provocate più che altro dalle fiammate. Al 60' Barella alza una palla per Dzeko che di testa manda fuori, quattro minuti dopo giocata di Locatelli che lancia Morata in area sull'uscita di Handanovic. Lo spagnolo tenta il pallonetto di testa ma non fa centro.

Allegri mette in campo più qualità al 65' con Chiesa e Dybala per Cuadrado e Kulusevski. La Juve spinge di più: al 68' ci prova Alex Sandro da fuori area ma sbaglia, tre minuti una punizione velenosa di Dybala dal vertice destro dell'area impegna Handanovic. A tre minuti dal 90' l'episodio chiave della ripresa con Dumfries, entrato al posto di Perisic, che tocca in modo maldestro Alex Sandro sulla linea dell'area. L'arbitro Mariani viene avvisato dal Var, va a rivedere le immagini e assegna il calcio di rigore che Dybala realizza spiazzando Handanovic.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inter-Juventus 1-1: rigore di Dybala replica al tap-in di Dzeko, bianconeri a -10 dalla vetta

TorinoToday è in caricamento