rotate-mobile
Calcio

Lazio-Juventus 0-2: Bonucci doppietta di rigore e vittoria fondamentale per i bianconeri

Gli highlights della partita di Roma

La sfida tra Lazio e Juventus, valida per la 13esima giornata di Serie A 2021-22, è terminata con il risultato di 0-2: gol di Bonucci su rigore al 23', raddoppio ancora di Bonucci che segna la doppietta dagli undici metri all'83'. 

In virtù di questa vittoria (per una volta non di "corto muso"), la classifica vede ora la Lazio raggiunta dai bianconeri a 21 punti.

Sintesi primo tempo

L'ex tecnico juventino Sarri, che alla fine ha dovuto rinunciare a (un altro ex come) Immobile, aveva detto che i suoi non avrebbero dovuto lasciare il gioco in mano agli avversari, e infatti nei primi minuti è la Lazio a tenere palla e a schiacciare la Juve nella propria trequarti, con qualche brivido qua e là per Szczesny.

Al quarto d'ora Danilo si fa male in uno scontro con Hysaj e viene sostituito da Kulusevski, ma è poco dopo che l'inerzia del match cambia: su una palla non così insidiosa stoppata da Morata spalle alla porta interviene Cataldi in scivolata che non prende il pallone ma travolge Morata. L'arbitro Di Bello lascia giocare, alla prima interruzione il Var lo richiama all'on field review e lui non può che assegnare un rigore netto.

Dal dischetto va Bonucci (che fosse andato al posto di Jorginho contro la Svizzera chissà...), il tiro è angolato e a mezza altezza, Reyna non ci arriva ed è lo 0-1 per la Juve; per Bonucci è il secondo rigore in campionato, dopo quello alla Sampdoria.

Il vantaggio infonde un minimo di coraggio, che spreca anche una grossa occasione con una sforbiciata sballata di Morata, ma la Lazio col passare dei minuti sembra riprendersi dallo shock.

Cronaca secondo tempo

Nella ripresa, dopo un paio di azioni offensive vanificate da Kulusevski che fanno spazientire persino Chiesa, la Juve si chiude progressivamente in difesa perché tra lo svedese e Morata non c'è verso di tenere un pallone; gli uomini di allegri puntano quindi sulle ripartenze, ma quando la palla arriva a uno di quei due la Lazio recupera e continua a premere nella metà campo avversaria.

Lo spavento è quindi comprensibile quando Bonucci interrompe il gioco lamentando un problema di vista e paventando così l'ingresso di Rugani, ma il capitano bianconero si riprende e torna in campo. Allegri, nel frattempo, toglie finalmente un Morata praticamente inerme e mette dentro Kean, che in effetti sembra subito se non altro più attivo dello spagnolo, soprattutto quando gli riesce un tunnel a Cataldi.

All'81' Di Bello assegna il secondo calcio di rigore: Reyna esce alla disperata e la palla arriva a Chiesa che entra in area e se,bra perdere l'attimo giusto, ma Reyna rientra e lo travolge insensatamente prendendosi anche il giallo. Dal dischetto va ancora Bonucci, che ci vede benissimo e spiazza il portiere tirando un rigore identico al primo che si insacca per lo 0-2.

Nel finale la Lazio è tramortita, la Juve potrebbe approfittarne ma Kean spreca tre buone palle gol di difficoltà decrescente e ricorda a tutti quanto siano profondi i problemi dell'attacco della Juve, ancor più senza Dybala. 

Al 91' per un fallo su McKennie di Milinkovic Savic si accende quella che sembra una discussione tra Sarri e Allegri che vengono entrambi ammoniti, ma invece i due allenatori dovrebbero semplicemente aver protestato contemporaneamente all'indirizzo del quarto uomo e dei giocatori. E così la Juve espugna l'Olimpico con una vittoria importantissima per il campionato dei bianconeri. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lazio-Juventus 0-2: Bonucci doppietta di rigore e vittoria fondamentale per i bianconeri

TorinoToday è in caricamento