Lunedì, 22 Luglio 2024
Calcio

Testata ad un ragazzo, dirigente del Borgaro squalificato per 5 anni

Ora la società gialloblù rischia l'esclusione da tutti i campionati regionali

Si aspettava una presa di posizione dalla FIGC, e così è stato. Il dirigente del Borgaro, che nella giornata di domenica ha colpito con una testata un ragazzo del Venaria Calcio, è stato squalificato per 5 anni. Una decisione che molto probabilmente ricadrà su tutto il Borgaro Nobis, in quanto potrebbe arrivare l'esclusione della società da tutte le categorie regionali. Infatti, per la FIGC è prevista l'esclusione dove sono presenti i provvedimenti "di cui all'art.9 del Codice di Giustizia Sportiva che determinano, per il singolo soggetto, una sanzione tra squalifica ed inibizione di durata complessivamente pari o superiore a 12 mesi, inflitti al presidente o a qualsiasi altro Dirigente e Collaboratore tesserato per la Società". L'ufficialità, però, arriverà nella stagione sportiva 2022/23, quando verranno pubblicate le squadre che potranno partecipare ai rispettivi campionati regionali. 

La decisione del giudice sportivo

Espulso per condotta violenta al termine della partita, consistente nell'aver spintonato un giocatore avversario prendendolo al volto; dopo la notifica del provvedimento, mentre si accingeva a uscire dal terreno di gioco colpiva volontariamente un giocatore avversario, Darrando Gioele, con una testata al volto. Tale gesto di inaudita e gratuita violenza, la cui gravità va valutata anche in relazione al fatto di essere stato commesso da un adulto (incaricato quale massaggiatore e quindi investito della tutela della salute dei giocatori), ai danni di un ragazzo di appena 17 anni di età, non può che comportare l'applicazione della massima sanzione ex art. 9 C.G.S, con radiazione del signor Garbin Maurizio da ogni rango o categoria della FIGC.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Testata ad un ragazzo, dirigente del Borgaro squalificato per 5 anni
TorinoToday è in caricamento