rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Calcio

Finisce un'era anche a Fossano: Viassi lascia dopo 8 anni

Dopo promozioni, salvezze epiche e giovani lanciati, l'allenatore saluta i blues

Un viaggio lungo 8 anni, pieno di successi. Fabrizio Viassi e il Fossano si dicono addio. Un addio che avverrà al termine della stagione. Dopo vittorie clamorose e salvezze inimmaginabili, per non parlare dei numerosi talenti lanciati e che adesso giocano stabilmente nei professionisti. La società ha deciso di ringraziare Viassi con una lunga nota, che noi vi riportiamo integralmente.

Il comunicato

La società Fossano Calcio SSD ARL, in comune accordo con il Responsabile Tecnico Sig. Fabrizio Viassi, comunica che, al termine della stagione sportiva, le strade si divideranno. Dopo 8 stagioni ricche di vittorie e successi, la società desidera ringraziare il tecnico per il lavoro svolto.

Arrivato a Fossano nel febbraio 2015, dopo aver avuto esperienze nel mondo professionista e in federazione, mister Viassi ha fin da subito portato la sua esperienza con la vittoria del campionato di Promozione (stagione sportiva 2015-2016), seguiti da 3 anni di campionato di Eccellenza (con un playoff) vinto poi nella stagione 2018-19 e da 4 anni di Serie D (record assoluto per la Piazza di Fossano).

Il presidente Gianfranco Bessone afferma: “Questa stagione sportiva è stata difficile e tortuosa. Sapevamo che il nostro sarebbe stato un campionato di sofferenza. Le scelte che sono state fatte sono sempre state condivise, pertanto ci riteniamo tutti responsabili di queste difficoltà. La scelta di non esonerare il tecnico come ripetutamente richiesto da pseudo-tifosi, offendendo anche in modo volgare sia il Mister che la Società, deriva dal fatto che per la nostra Società la riconoscenza personale, ha un valore che va oltre i risultati sportivi.

Mister Viassi avrebbe potuto lasciare il Fossano al termine della miracolosa salvezza della scorsa stagione, ma, essendo una persona coerente, ha continuato il suo percorso a Fossano, malgrado le difficoltà che comporta un campionato in serie D, con una delle squadre più giovani a livello nazionale.

“È stato un valore aggiunto” continua Bessone “non solo con la prima squadra, ma anche nella crescita del settore giovanile. Ha sposato in toto la filosofia societaria, e negli anni le scoperte di Luca Gemello (attuale portiere del Torino), Daniel Boloca (giocatore del Frosinone in serie B e nazionale Rumena) e i trasferimenti in squadre professioniste di Giacomo Galvagno, Gino Sammartino e Samuele Giraudo sono stati frutto di un gran lavoro sui giovani; non per ultimo nell’attuale stagione Niccolò Delmastro (classe 2005) è stato protagonista con la rappresentativa LND al torneo Caput Mundi di Roma. Il presidente Gianfranco Bessone e tutta la società desiderano ringraziare il tecnico per il lavoro svolto, augurandogli le migliori fortune.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finisce un'era anche a Fossano: Viassi lascia dopo 8 anni

TorinoToday è in caricamento