rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Calcio

Coppa Eccellenza, Borgaro il sogno continua: i gialloblù sono in finale

Stresa battuto 4-2 al Don Mosso di Venaria

Sì, è tutto vero. Il Borgaro batte lo Stresa 4-2 e vola in finale di Coppa Eccellenza. Una vittoria storica che mette a tacere le polemiche dei giorni scorsi, nate dal gol fantasma assegnato all'andata e che, sicuramente, ha indirizzato la sfida. Inoltre, quella di sta sera è stata la terza gara tra Borgaro e Stresa nel giro di una settimana tra coppa e campionato. In tutte le gare i ragazzi di Cacciatori sono usciti imbattuti (due vittorie e un pareggio, ndr), confermando l'ottimo momento di forma. Fino al 2-2 la partita è stata esaltante, con belle giocate da entrambe le parti. Poi il rigore parato a Geno ha messo le ali ai piedi al Borgaro mentre lo Stresa ha accusato le assenze e qualche infortunio di troppo. 

Gli ospiti iniziano subito forte e Luca Benassi impegna Borella nella deviazione a mani aperte in corner con la palla che si alza sopra la traversa. Al 14’ Frascoia batte un calcio di punizione per la testa di Zenga, ma la palla si alza sulla traversa. Al 16’ Scibetta serve Mancuso che di testa non riesce ad imprimere la giusta potenza, agevolando la parata di Finamore. Al 18’ Orofino scaglia il destro dal limite dell’area, ma Borella mette in corner. Dalla bandierina Zunino e Bellocci allontana di testa. Al 20’ però il Borgaro trova il vantaggio con Bianco che servito in area non sbaglia, battendo Borella. Al 23’ il Borgaro ancora con Bianco trova il raddoppio. 2-0. Al 24’ Rotolo cambia: inserisce Bonura per Bellocci, non in grande forma questa sera. Al 26’ però lo Stresa rialza la testa e Frascoia va al tiro, impegnando Finamore alla respinta sulla quale Mancuso non sbaglia, andando in gol. 2-1 Al 37’ bella azione corale che finisce con il tiro di Secci dalla destra, ma Finamore è presente sul suo palo. Al 39’ Borella si oppone con il piede al tiro di Orofino. Al 41’ Moia si accascia in area e deve essere soccorso dal massaggiatore Romanello. Moia ce la fa, torna in campo e finisce il primo tempo.

Al 10’ della ripresa corner di Bonura per la schiacciata di testa di Zenga, ma la palla va fuori. Bella azione di Perini all’11’ che a centrocampo fa la trottola su se stesso, evita l’avversario e poi va al tiro. La palla va fuori. Ancora Perini scatenato a centrocampo per Zenga che va al tiro, Finamore in due tempi evita anche l’intervento di Mancuso. Al 14’ Zenga in area lancia Secci che non trova la coordinazione per poter tirare. Al 18’ calcio di punizione di Frascoia e la palla si insacca alle spalle di Finamore. 2-2. Al 21’ calcio di rigore per lo Stresa. Geno sul dischetto, ma Finamore intuisce e para. Il dischetto è stregato per i Blues. Al 23’ Borella para sulla linea il tiro di Bianco. Al 28’ Pinton prende il posto di Geno e Mosca subentra a Zunino. Al 32’ calcio di punizione di Mosca e Borella respinge in volo in corner. Al 36’ Taraschi fa il suo ingresso in campo al posto di Orofino. Al 37’ il Borgaro trova il vantaggio con Fimognari che mette in rete dal centro dell’area. 3-2. Al 38’ Coulibaly rileva Zenga e al 40’ Leccese subentra a Luca Benassi. Al 41’ corner di Gerardi e Fontana trova il pertugio per battere ancora una volta Borella: 4-2 e Borgaro in finale di Coppa Eccellenza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppa Eccellenza, Borgaro il sogno continua: i gialloblù sono in finale

TorinoToday è in caricamento