rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Calcio

Eccellenza, la carica di Maione alla vigilia: "Noi giovanissimi, ma ci divertiremo"

L'allenatore dei rossoblù parla alla vigilia del match d'esordio in campionato. "Ci sarà da lottare, ma ho fiducia nei miei ragazzi"

Dopo aver spaventato la Cbs nel primo turno di Coppa Eccellenza, il Lucento si tuffa in campionato con i suoi ragazzi terribili. La squadra di Maione, dopo un tutto sommato positivo campionato nei mesi di aprile e giugno, è pronta a ripartire nella più classica regular season. Sarà una stagione lunga, dove i suoi ragazzi avranno la possibilità di crescere e confrontarsi con altri talenti, cercando di arrivare all'obiettivo principale: centrare la salvezza a fine anno. 

Il Lucento è la classica squadra composta da giovani del proprio vivaio, a cui piace giocare un calcio libero e offensivo, andando a disturbare le big del girone e non solo. Principi cardini che vanno avanti da diverse stagioni, e che vedremo anche in questa. Principi che lasciano dormire sonni tranquilli all'allenatore e ai suoi ragazzi. "Se sentiamo l'ansia dell'esordio? No, siamo tranquilli - commenta Gianfranco Maione - Siamo molto consapevoli che sarà dura, ma siamo giovani e va bene così. I ragazzi dovranno fare un percorso di crescita molto veloce: a parte Clori, che è un classe '93, la nostra rosa è compsta da giocatori che vanno dal 1998 al 2005. Siamo convinti di fare bene, ma siamo pronti a tutto: se ci salveremo saremo contentissimi, altrimenti ricominceremo come abbiamo già fatto. Ho tanta fiducia nei miei". 

"Uno scotto iniziale lo pagheremo", prosegue l'allenatore rossoblù. "Nell'ultimo campionato siamo partiti con 4 sconfitte ed 1 pareggio, poi sono arrivati i punti. Per questo dico che usciremo alla lunga. Fortunatamente il campionato è lungo e l'ultimo che abbiamo disputato è stato molto utile per noi: 5-6 2003 hanno già giocato 10 partite in Eccellenza. Mi auguro che sono già pronti per questo torneo". 

Infine, il tecnico si è soffermato sulle favorite del girone B. "Pro Dronero, Albese e Rivoli. Sono loro le mie favorite. Sicuramente amalgamare tanti giocatori nuovi non è facile, ma Nisticò (tecnico del Rivoli) è molto bravo. Poi se la vedono loro, io spero di salvarmi (ride, ndr)". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccellenza, la carica di Maione alla vigilia: "Noi giovanissimi, ma ci divertiremo"

TorinoToday è in caricamento