rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Calcio

Il "corto muso" di Allegri finisce sul dizionario Treccani

La definizione virale del tecnico bianconero

Massimiliano Allegri finisce sul dizionario Treccani con una delle sue espressioni ippiche più famose, quel "corto muso" (pronunciata da lui "horto muso") con cui qualche anno fa spiegò il suo punto di vista sulle vittorie, secondo cui per vincere è sufficiente avere anche solo il musetto davanti agli altri.

La passione di Allegri per i cavalli è nota a tutti anche per i suoi frequenti rimandi al mondo ippico, dai giocatori che devono essere mandati al prato alla famosa storia del cavallo Minnesota (citato dalla Juve al ritorno del livornese in panchina) su cui aveva scommesso sebbene l'allibratore gli dicesse che era più facile che Allegri diventasse allenatore in Serie A che non la vittoria di Minnesota. 

E tra l'altro, qualche tempo fa Allegri decise di chiamare proprio Corto Muso il suo nuovo cavallo da corsa, che gli ha già dato qualche soddisfazione. Insomma, la passione di Allegri per i cavalli è ora attestata anche dal dizionario Treccani.

"'Nelle corse dei cavalli basta mettere il musetto d’avanti. Non serve vincere di tanto. È il corto-muso'. Il celebre paragone dell’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri, appassionato di ippica, usato nel 2019 per spiegare che alla squadra, appena reduce da una sconfitta contro la Spal, bastava essere un punto avanti al Napoli per vincere lo scudetto, all’epoca divenne un tormentone". Così si legge nella definizione della Treccani a questo neologismo, diventato di uso comune proprio grazie a Max Allegri. 

corto muso treccani allegri

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "corto muso" di Allegri finisce sul dizionario Treccani

TorinoToday è in caricamento