rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Calcio Vallette / Corso Gaetano Scirea, 50

Juventus-Villarreal 0-3: tracollo bianconero e addio, ancora una volta, al sogno Champions

Gli highlits della sfida di ritorno

La Juventus è fuori, ancora una volta, dalla Champions. Un tracollo quello dei bianconeri, che vengono sconfitti 0-3 dal Villarreal dopo aver largamente dominato la sfida e colto una traversa con Vlahovic.

Decidono le reti, nella ripresa, di Gerard Moreno su rigore al 76', Pau Torres all'86 e gol su rigore, al 91', di Danjuma.   

Sintesi primo tempo

In uno Stadium gremito - per quanto possibile - la Juventus viene incitata dai suoi tifosi. Tanti gli applausi anche per Dybala, che si accomoda in panchina. Il 4-4-2 di Allegri vede Szczesny tra i pali; difesa a quattro composta da Danilo, De Ligt, Rugani e De Sciglio; in mediana spazio a Cuadrado, Locatelli, Arthur e Rabiot; davanti Vlahovic e Morata.

La gara è contratta: troppo alta la posta in palio. Con il passare dei minuti, però, la Juventus diventa padrona del campo. E sfiora il vantaggio al 10' ma Rulli dice "no" al colpo di testa, pressoché a botta sicura, di Morata su assist con il contagiri di Cuadrado.

Passano quattro minuti e il duo Cuadrado-Morata si disturba in area di rigore a vicenda permettendo agli spagnoli di sbrogliare la matassa, evitando un gol che sembrava fatto. 

Al 22' Vlahovic coglie la traversa su cross dalla sinistra di De Sciglio. Un minuto dopo e il Villarreal sfiora il vantaggio con Lo Celso. Ma il suo tiro a giro esce di poco a lato.

La Juve ha ancora due occasioni prima della fine del primo tempo. Dapprima con Vlahovic ma da pochi passi si fa ipnotizzare da Rulli. E, ancora, con Morata - su assist di De Sciglio - e palla poi deviata in corner dalla difesa spagnola. 

Cronaca secondo tempo

La ripresa è la fotocopia del primo tempo: la Juve a provare in ogni modo a trovare la via della rete. Spagnoli che si difendono, provando ad essere pericolosi in ripartenza. 

Al 60' è Rabiot a rendersi pericoloso con una botta dalla distanza, deviata da Rulli. Passano due minuti ed altra occasione d'oro per Cuadrado, sempre dalla distanza, ma il pallone finisce fuori.

I bianconeri, al 67', chiedono a gran voce un calcio di rigore per un fallo di Albiol ai danni di Vlahovic a palla lontana: ma per l'arbitro non è calcio di rigore.

Al 76' la svolta dell'incontro: un contatto tra Rugani e Coquelin in area di rigore viene giudicato dall'arbitro Marciniak, dopo controllo Var, calcio di rigore: sul dischetto si presenta Gerard Moreno, appena entrato, che supera Szczesny nonostante l'estremo polacco avesse intuito: 0-1. 

Allegri corre ai ripari e al 79' entra Paulo Dybala al posto di Daniele Rugani: Juve a trazione anteriore. 

Juve ancora più "all in" all'83 con l'ingresso di Bernardeschi al posto di Locatelli. 

La mazzata arriva all'86 con Pau Torres: sugli sviluppi di un corner, il giocatore spagnolo viene dimenticato da tutta la difesa e persino da Vlahovic. Palla alle spalle di Szczesny ed è 0-2.

Kean, prima della ripresa del gioco, entra al posto di Morata.

Al 90' De Ligt colpisce la palla di mano nel disperato tentativo di evitare un gol fatto su tiro di Danjuma. Altro rigore per il "sottomarino giallo". Sul dischetto si presenta proprio Danjuma ed è 0-3. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus-Villarreal 0-3: tracollo bianconero e addio, ancora una volta, al sogno Champions

TorinoToday è in caricamento