Domenica, 19 Settembre 2021
Sport

Cagliari-Juventus 1-3 | Succede di tutto. Nel recupero 2 gol bianconeri

I bianconeri partono male e Pinilla, su rigore, porta avanti i sardi. La Juve protesta per due rigori. Vidal sbaglia un penalty. Espulso Astori. Matri fa doppietta e Vucinic la chiude

Nell'ultima partita del 2012, la Juventus faticando vince 3 a 1 contro il Cagliari. Nel primo tempo, giocato al Tardini, i sardi passano in vantaggio con un rigore siglato da Mauricio Pinilla. La Juve, invece, protesta per un rigore (dubbio) non concesso a Fabio Quagliarella. Nella ripresa la Juve ci prova con poche idee ma protesta, ancora, per un rigore netto su Kwadwo Asamoah.

La partita si innervosisce e Davide Astori e mister Pulga vengono espulsi. Le emozioni non finiscono e poco dopo Arturo Vidal calcia un rigore alla stelle. Poco dopo Alessandro Matri firma il più classico dei gol dell'ex e fa 1 a 1. Al secondo minuto di recupero ancora Matri segna e la Juve vince. Il Cagliari si allunga e la Juve fa 3 a 1 con Mirko Vucinic. 

IL MATCH - Pulga si affida al diciottenne Murru per sostituire Avelar sulla corsia sinistra. Dall'altra parte Vucinic non al meglio è comunque convocato e in panchina, al suo posto gioca Quagliarella. Buon avvio del Cagliari. Aggressivo Thiago Ribeiro su Pirlo: problemi di impostazione in questo avvio per il centrocampista bresciano. Al 15' rigore per il Cagliari: Vidal tocca Sau che cade in area. Rigore magistrale tirato da Pinilla, Buffon intuisce e si butta sulla destra ma il tiro è troppo forte e il portiere non ci arriva. 

60 secondi dopo Asamoah spacca in due la difesa del Cagliari ma il cross del ghanese non è raccolto da Quagliarella nell'area piccola. Adesso la Juve è stabilmente nella metà campo avversaria. Al 2' bella palla di Giovinco per Lichtsteiner lo svizzero arriva leggermente in ritardo e non riesce a mettere in mezzo con forza. Esce Agazzi. Al 39' Quagliarella cade in area dopo un contrasto con Astori, episodio dubbio ma Damato non ravvisa alcuna irregolarità. Episodio dubbio. Nel finale di primo tempo Pirlo va al tiro dai 25 metri con il mancino, Agazzi si abbassa e ferma in presa. Finisce 1 a 0 il primo tempo. 

Ricomincia la partita con la Juve che prova a rimontare. Al 2', sugli sviluppi di una punizione, Marchisio tira al volo di sinistro ma Agazzi se la ritrova in braccio. Al 6' fallo di Murru su Vidal, poi Bonucci nervosissimo si spintona con Nainggolan. Murru è a rischio di un ulteriore ammonizione, Pulga allora fa entrare Perico. Partita nervosa. Al 13', in alleggerimento, Sau si gira e ci prova ma Buffon è attento. Conte cambia: fuori Quagliarella e Caceres e dentro Matri e Padoin. 

Al 20' succede di tutto. Corner per la Juve: Bonucci, di testa, prende l'incrocio, Matri ci prova sulla respinta ma Agazzi è super. La palla è per Asamoah che subisce una netta spinta e sbaglia. La Juve protesta, ancora, per un rigore netto. Passano pochi secondi e Astori abbatte Giovinco: doppio giallo e Cagliari in 10. Pulga protesta e viene espulso anche lui. Clima rovente nonostante il gelo di Parma. Al 23' altra occasionissima per i bianconeri: Asamoah fa la sponda per Padoin che al volo, di destro, sfiora il palo. 

Al 26' Giovinco salta Del Fabro che lo stende: è rigore. Dal dischetto va Vidal che calcia un rigore alle stelle. Conte cambia: fuori Lichsteiner e dentro Vucinic. Al 29' però la Juve, meritatamente, pareggia: Vucinic ci prova, Agazzi respinge e Matri fa il più classico dei gol dell'ex. Continua l'assedio dei bianconeri. Matri ci prova ancora da fuori ma Agazzi è bravo. Crampi per Ekdal che non ce la fa più e il Cagliari ora è in 9 e mezzo. Vucinic prova il colpo a sorpresa con la palombella dal limite dell'area, palla che sorvola la traversa. La Juve insiste a testa bassa e il montenegrino, anche al 40', ci prova ma senza fortuna.  

Al 43' occasionissima per la Juve: Matri lavora un bel pallone, Asamoah di testa da due passi ci prova a colpo sicuro ma Agazzi si mette il mantello da Superman e salva tutto con un miracolo e con l'aiuto del palo. Sulla ribattuta Vucinic sbaglia tutto. La Juventus insiste ancora, il Cagliari perde tempo e il finale è concitato. Al secondo minuto di recupero i bianconeri passano in vantaggio ancora con un gol di Matri che scappa sul filo del fuorigioco e batte Agazzi. Conte impazzisce di gioia. Il Cagliari si allunga, la Juve insiste e poco dopo fa 3 a 1 con Vucinic. Game, set & match. 

>> LE PAGELLE DEL MATCH <<

TABELLINO CAGLIARI-JUVENTUS 1-3
Cagliari (4-3-1-2):
Agazzi; Pisano, Ariaudo, Astori, Murru (8' st Perico); Dessena, Nainggolan, Ekdal; Thiago Ribeiro; Sau (22' st Del Fabro), Pinilla (31' st Nené). A disp.: Avramov, Rossettini, Avelar, Casarini,Ceppelini, Cossu. All.: Pulga.
Juventus (3-5-2): Buffon; Caceres (17' st Padoin), Bonucci, Barzagli; Lichtsteiner (27' st Vucinic), Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Quagliarella (15' st Matri), Giovinco; A disp.: Storari, Rubinho, Marrone, Isla, De Ceglie, Pogba, Giaccherini. All.: Conte.
Arbitro: Damato
Marcatori: 15' rig. Pinilla (C), 30' st Matri (J), 47' st Matri (J), 49' st Vucinic (J)
Ammoniti: Ariaudo, Murru, Astori, Dessena, Pisano (C); Vidal, Lichtsteiner (J)
Espulsi: 19' st Astori (C) per somma di ammonizioni; 19' st Pulga (C) per proteste
Note: 27' st Vidal calcia alto un rigore

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cagliari-Juventus 1-3 | Succede di tutto. Nel recupero 2 gol bianconeri

TorinoToday è in caricamento