Venerdì, 24 Settembre 2021
Sport

Juventus, Buffon: "Siamo i più forti". Vucinic: "Abbiamo carattere"

Il portiere e l'attaccante dei loro ritiri delle rispettive nazionali parlano del momento della squadra bianconera in vista del match contro il Napoli

La Juventus ha chiuso con un bilancio positivo questa prima fase di stagione. Merito anche di Gianluigi Buffon e Mirko Vucinic che archiviano le ultime 3 prestazioni della Juventus, vittoriosa in campionato contro Roma e Siena ma bloccata sull'1-1 casalingo dello Shakhtar Donetsk nell'esordio in Champions League. "Roma, Shakhtar e Siena. Una settimana, tre partite, tre bilanci diversi. Con la Roma abbiamo fatto un primo tempo perfetto, giocando una partita di grande livello. All'esordio in casa in Champions non ci siamo mai arresi anche dopo il gol subito", scrive l'attaccante montenegrino sul proprio sito.

"Domenica a Siena abbiamo lottato fino alla fine per una vittoria fondamentale. Perchè una grande squadra deve saper soffrire, combattere e vincere per puntare in alto e dimostrare sempre un grande carattere! Ora con la sosta delle nazionali torno in Montenegro", conclude, dando l'appuntamento al 20 ottopre per la super sfida Juventus - Napoli. 
 
Buffon sulla corsa al titolo che dopo sette giornate vede coinvolti i bianconeri e i partenopei, a pari punti, avversari nella prossima sfida a Torino è chiaro: "La mia Juventus è la squadra più forte. Se poi il Napoli dovesse vincere lui lo scudetto, gli faremo i complimenti, ma la mia squadra credo sia la più apprezzataì. La partita non sarà decisiva perchè siamo all'inizio. Vero che il Napoli non ha la Champions al contrario di noi ma noi restiamo favoriti. E non cerchiamo alibi". 
 
Certo, le sorprese non mancheranno: a parte il Napoli che ormai è una realtà con un allenatore che incide moltissimo, un gioco e un modulo consolidati, una rosa di primordine, c'è la Lazio che, secondo Buffon "sta facendo qualcosa di eccezionale. Questo grazie ad un tecnico che mi pare intelligente, sobrio e parla l'italiano molto meglio di tanti italiani. Poi c'è l'Inter, che è sulla strada del ringiovanimento e se da continuità alle sue prove e ai suoi risultati darà del filo da torcere fino all'ultimo".
 
Il Milan? "Le due cessioni eccellenti hanno franato il progetto, qualcuno nel proprio cuore pensava che non potessero essere avallate, io credo però che senza pressioni i rossoneri avranno la possibilità di valorizzare quei 4/5 giovani di talento che hanno. Certo psicologicamente non stanno vivendo una situazione facile - conclude Buffon - anche perchè quando sei abituato a vincere è normale soffrire un inizio così".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus, Buffon: "Siamo i più forti". Vucinic: "Abbiamo carattere"

TorinoToday è in caricamento