Sport

La 'Vecchia Signora' in rosso: passivo di 43,4 mln

I dati risentono del periodo evidentemente negativo. La società bianconera però può sorridere perché in estate sarà inaugurato il nuovo stadio e la Juve presenta così una mostra che ne documenta i lavori

Allarme rosso per la Juventus, sia in campo che fuori. I conti risalenti al 31 marzo, si sono chiusi con un risultato progressivo negativo per 43,4 mln di euro contro il saldo positivo di 14,7 mln dell'analogo periodo. Lo rende noto la società bianconera in una nota sottolineando che ''i risultati al 31/3/2011 risentono, come di consueto, della stagionalita' tipica del settore di attivita', determinata, in particolare, dal calendario degli eventi sportivi e non possono, pertanto, rappresentare la base per proiezioni riferite all'intero esercizio''. E' il secondo colpo che incassa la dirigenza della 'Vecchia Signora' dopo le dimissioni Jean-Claude Blanc dal Cda che ha rimesso le deleghe da amministratore delegato della Juventus ed ha rassegnato le dimissioni da direttore generale. Il nuovo ad è Aldo Mazzi.

Non sono nero, c'è anche bianco nel futuro della Juve. Il nuovo stadio in estate vedrà la luce e per addolcire l'attesa è stata allestita una mostra fotografica che, attraverso le immagini, ripercorre le fasi salienti della nascita di quello sarà il primo stadio di proprietà del calcio italiano. "L’esposizione, nata dalla collaborazione tra Juventus e l’Istituto per il Credito Sportivo, si inaugura oggi in via Teofilo Rossi a Torino e sarà visibile al pubblico ventiquattro ore su ventiquattro, fino a domenica 5 giugno. Con la direzione fotografica di Mauro Vallinotto e il coordinamento dell’agenzia La Presse, cinque giovani fotografi (Daniele Badolato, Viola Berlanda, Maurizio Gjivovich, Cosimo Maffione, Federico Tardito) raccontano tutte le fasi della costruzione. Attraverso le immagini si sviluppa così un percorso narrativo che esalta l’eccellenza dell’opera e lo straordinario sforzo collettivo che ha reso possibile la sua realizzazione. La Juventus e la città di Torino così avranno un motivo di vanto in più: un impianto pensato per i tifosi, vicinissimi al campo di gioco, e per le famiglie, che potranno vivere il calcio o semplici momenti di svago in assoluta tranquillità. E presto, prestissimo, lo stadio che “cambia il calcio” sarà realtà", si legge sul sito bianconero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La 'Vecchia Signora' in rosso: passivo di 43,4 mln

TorinoToday è in caricamento