Sport

Atalanta-Toro 2-1, la cronaca: granata troppo nervosi, decisivi gli episodi

Toro fortunato in occasione del vantaggio di Iago Falque, ma alla fine pagano gli errori causati dal nervosismo

La terza giornata di campionato vede il Torino sconfitto 2-1 a Bergamo dall'Atalanta: tra i granata le assenze di Belotti e Ljajic hanno influito sulla capacità di contropiede, ma a pesare sono stati sopratutto gli episodi e gli errori.

All'inizio del primo tempo i giocatori granata appaiono contratti, ancora imballati, mentre i bergamaschi corrono di più. Ci vuole poco a capire che invece si tratta di nervosismo: 5' e il giallo di Bovo per un fallo da dietro su Pinilla.

È invece il 22' quando Hart sventa un cross basso di Kessie da sinistra; poi sulla respinta il tentativo di Konko è respinto da Pinilla, al rientro da titolare da aprile scorso, e ammonito al 38' per simulazione.

Al 31' ci sarebbe un'occasione in contropiede per il Toro, ma Maxi Lopez viene ampiamente trattenuto e l'arbitro non fischia. Mihajlovic, anche lui per eccesso di nervosismo, protesta eccessivamente e viene espulso.

In campo le occasioni migliori nel finale: al 45' il tiro di Molinaro da sinistra viene respinto da Sportiello; al 49' Kessie da due passi manda alto sulla traversa.

La sintesi del secondo tempo non muta di molto rispetto al primo. A cambiare sono gli episodi, e di conseguenza il risultato.

Al 9' Iago Falque dai venti metri calcia una punizione ad effetto ma poco angolata; Sportiello la vede all'ultimo e non tenta neanche l'intervento, che sarebbe stato piuttosto comodo, ed è lo 0-1 granata.

Le difficoltà paiono superate, ma ecco il secondo episodio: calcio d'angolo per l'Atalanta, cross piuttosto innocuo da sinistra, ma Hart sbaglia completamente l'uscita e sfiora soltanto il pallone, che cade tra i piedi di Masiello: tap in facile e pareggio immediato.

Il Toro accusa il colpo soprattutto dal punto di vista mentale, e Mihajlovic dalla tribuna prova il 4-2-3-1 con Boyè al posto di un dolorante Valdifiori dietro a Maxi Lopez. Quando il gioco ricomincia a dispiegarsi – al 75' bravo Boyè a tirare di prima intenzione – succede però l'episodio decisivo: su corner per il Toro giocato malissimo parte il contropiede atalantino, nell'area granata goffo intervento di De Silvestri su Gomez, il rigore può starci e l'arbitro Mariani lo concede.

Dal dischetto Kessie, il migliore dei suoi, è freddo e spiazza completamente Hart, firmando il gol che vale la seconda sconfitta in due trasferte per il Toro di Mihajlovic.

TABELLINO ATALANTA-TORINO 2-1 →

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atalanta-Toro 2-1, la cronaca: granata troppo nervosi, decisivi gli episodi

TorinoToday è in caricamento