Scambio Arthur-Pjanic, l'emozionante saluto del bosniaco ai tifosi della Juve

L'operazione di calciomercato con il Barcellona

"Respira Mire". Inizia così l'emozionante messaggio pubblicato su Facebook da Miralem Pjanic, a pochi minuti dall'ufficializzazione dello scambio di calciomercato tra Juventus e Barcellona, in base al quale dal prossimo anno in bianconero giocherà Arthur mentre in Spagna andrà proprio Pjanic.

I dettagli dell'operazione sono stati comunicati dalla Juventus con una nota ufficiale che annuncia la "acquisizione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Arthur Henrique Ramos De Oliveira Melo a fronte di un corrispettivo di € 72 milioni pagabili in quattro esercizi. Il valore di acquisto potrà incrementarsi di massimi € 10 milioni al maturare di determinate condizioni nel corso della durata contrattuale. Juventus ha sottoscritto con lo stesso calciatore un contratto di prestazione sportiva quinquennale valevole fino al 30 giugno 2025".

La stessa operazione, spiega ancora il club di Andrea Agnelli, prevede la "cessione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Miralem Pjanić a fronte di un corrispettivo di € 60 milioni, pagabili in quattro esercizi, che potrà incrementarsi di ulteriori € 5 milioni al verificarsi di determinate condizioni nel corso della durata contrattuale. Tale operazione genera un effetto economico positivo di circa € 41,8 milioni, al netto del contributo di solidarietà e degli oneri accessori".

Il messaggio di Pjanic al popolo bianconero

E così, anche se mancano ancora dieci partite di campionato e in Champions League i bianconeri devono ancora affrontare nella gara di ritorno il Lione (altra ex squadra di Pjanic, tra l'altro), il centrocampista bosniaco arrivato a Torino dalla Roma nell'estate del 2016 ha voluto salutare e ringraziare il club e i tifosi che lo hanno sostenuto per quattro stagioni. Pjanic parla della città che lo ha accolto, della squadra di cui suo figlio Edin è diventato primo tifoso e di cosa significhi essere un giocatore della Juve.

Ecco il suo messaggio pubblicato su Facebook:

Respira Mire,
questo è il ritornello che mi ripeto nella mente, nei momenti decisivi di una partita.

Ed è quello che continuo a ripetermi ora, mentre provo a scrivere quello che sto provando in questo momento.
Sono arrivato quattro anni fa per provare a vincere tutto. Perché anche quando non ci riesci, questo è ciò che deve provare a fare sempre un calciatore della Juventus
Sono stati 4 anni intensi, vissuti al fianco di grandi professionisti ma soprattutto di amici veri, con i quali ho condiviso vittorie e record, ma anche amare sconfitte ad un passo dal traguardo.
Sono stati anni in cui sono maturato come uomo e come padre. Questa è la città dove Edin è cresciuto, diventando il primo tifoso di questa squadra, e dove con la mia famiglia abbiamo costruito i più bei ricordi della nostra vita.

Penso che non si dica mai a sufficienza grazie, e quindi:
Grazie alla Famiglia Agnelli
Grazie a tutti i compagni che hanno condiviso con me questo percorso
Grazie a tutti i dipendenti ed i membri dello staff, che mi hanno aiutato a crescere
Grazie ai tifosi che ogni giorno mi hanno fatto sentire speciale.

Perché se c’è una cosa che ho imparato, è che non esiste un tempo minimo per innamorarsi.
Alla fine è molto semplice: indossa questa maglia come una seconda pelle, dai sempre tutto e, non sbaglierai mai.
Ora però abbiamo poco tempo da perdere e molto da andare a vincere fino al termine delle stagione.

E quindi respira Mire,
Perché quello che oggi ti sembra così triste, da domani sarà uno splendido ricordo che porterai nel cuore per tutta la vita.
Miralem ❤️ #FinoAllaFine

Il saluto di Pjanic è corredato da un video che mostra i suoi momenti più belli con la maglia bianconera.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccide la madre a coltellate e poi si toglie la vita gettandosi dal nono piano

  • CAAF Cisl a Torino: sedi, orari, informazioni

  • CAAF Cgil a Torino: sedi, orari, informazioni

  • Il coronavirus si porta via il mago della scientifica a soli 60 anni: polizia in lutto

  • Investe una donna sulle strisce con lo scooter e cade: centauro morto in ospedale

  • Fa il bagno in mare all'alba ma si sente male: giovane torinese perde la vita a Riccione

Torna su
TorinoToday è in caricamento