Lunedì, 20 Settembre 2021
Sport

Juventus, Conte fa gli auguri a Villanova. E sui Maya...

Il primo pensiero di Antonio Conte, nella conferenza stampa tenuta alla vigilia della sfida contro il Cagliari, va all’allenatore del Barcellona che dovrà affrontare una delicata operazione

"Vorrei fare un augurio e mandare un grosso in bocca al lupo a Tito Villanova, che dovrà affrontare una battaglia molto più impegnativa rispetto a quella calcistica. Il mio augurio è di rivederlo presto sulla panchina del Barca". Il primo pensiero di Antonio Conte, nella conferenza stampa tenuta alla vigilia della sfida contro il Cagliari, va all’allenatore del Barcellona che dovrà affrontare una delicata operazione e che in questi momenti sta ricevendo la solidarietà di tutto il mondo del calcio.

Un messaggio sentito quello di Conte, che si concentra poi sull’ultimo impegno dell’anno. Venerdì sera contro il Cagliari si giocherà al Tardini di Parma. L’ufficializzazione della sede della gara è arrivata solo mercoledì, dopo l’incertezza dei giorni scorsi, e dopo un tira e molla che si è protratto sino all’ultimo: "Fino al tardo pomeriggio di ieri non sapevamo dove avremmo giocato, come preparare il programma, dall’allenamento di oggi e alla partenza, quindi siamo stati danneggiati. Spiace che si arrivi all’ultimo per prendere delle decisioni e mi auguro che queste situazioni facciano riflettere e si possa migliorare".

La Juventus arriva alla sfida contro il Cagliari, incensata da una settimana di lodi sperticate e questo può rappresentare un’insidia per Conte: "Essere elogiati può portare un po’ di presunzione ed è un pericolo, così come la possibilità di avere già con la testa sull’aereo, visto che le valigie per le vacanze saranno già pronte. E’ in questi momenti che voglio risposte importanti, perché la crescita passa anche dal saperli gestire. Questa squadra comunque mi ha sempre sorpreso in positivo e sono convinto che lo farà anche domani".

A Parma non ci sarà Chiellini. Un’assenza pesante perché "Giorgio è un calciatore che tutti vorrebbero avere per quello che dà in campo e fuori. E’ un leader e mi spiace molto per il suo infortunio, ma sono sicuro che tornerà più forte di prima. La squadra riuscirà a sopperire alla sua assenza, per quanto pesante".

Per la gara di venerdì Vucinic è in forse. La Juve arriva all’ultima gara dell’anno forte del titolo di campione d’inverno ottenuto con due giornate di anticipo. Il ruolino di marcia dei bianconeri è talmente impressionante che qualcuno inizia a mettere in dubbio il valore delle avversarie: "Stiamo viaggiando a una velocità straordinaria, ma gli avversari ci sono e sono forti. L’anno scorso al giro di boa avevamo 41 punti, ora li abbiamo con due partite di anticipo e possiamo fare ancora meglio. Detto questo, se alla fine non alzeremo qualcosa, del titolo di campioni d’inverno non so che farmene. Non ci sono più polemiche nei nostri confronti? Beh, anche un cieco vedrebbe che i nostri risultati sono meritati. Architettare polemiche diventa difficile. Il mio augurio per il nuovo anno è che si parli solo di calcio giocato e che vinca il migliore".

Si chiude con il sorriso, scherzando sul tormentone dell’imminente fine del mondo, secondo la profezia Maya: "A casa mia non abbiamo fatto scorte di viverei e non ci sono bunker per eventuali cataclismi. Mi auguro comunque di continuare a vedervi - scherza Conte rivolto ai giornalisti - e dire questo è dura".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus, Conte fa gli auguri a Villanova. E sui Maya...

TorinoToday è in caricamento