rotate-mobile
Sport

Juventus, Moggi attacca : "Le dichiarazioni di Agnelli su Del Piero sono state sbagliatissime"

"E' un gioco a farsi male. Alessandro può dare ancora molto", sentenzia l'ex dg bianconero che attacca la scelta del presidente della Juventus

Le parole di Andrea Agnelli hanno fatto e fanno molto discutere"L’uscita di Agnelli su Del Piero non l’ho capita. Alessandro quando gioca è uno che dà sempre fastidio alle difese e tecnicamente è ancora il migliore. E’ un gioco a farsi male, si sta facendo di tutto per demotivare il giocatore. La società avrebbe dovuto dire queste cose a marzo o aprile, non ora. Non c’entrava nulla fare queste dichiarazioni adesso, non ho capito quest’uscita e chi ha suggerito Agnelli e lo stesso presidente hanno fatto un errore terribile". Sono le parole di Luciano Moggi intervenuto ai microfoni di Radio Manà Manà Sport 24.  "Il modo in cui si liquida un giocatore che ha dato tanto alla Juventus è sbagliatissimo. Ognuno si comporta come crede, se Agnelli ha detto così probabilmente avrà parlato giù con i cugini (la famiglia Elkann). Sono convito che Del Piero possa dare ancora molto. Conoscendolo non si tirerà indietro, ma senza dubbio sarà demotivato". Conclude l’ex dg bianconero.

In passato alcuni rumors facevano intendere una possibile partenza verso gli USA. "Non credo che ci sia possibilità che rimanga in Italia, per lui le porte sarebbero aperte a tutti i livelli. Non mi posso sbilanciare facendo un nome perché dovrei tirare ad indovinare. Magari Stati Uniti, piuttosto che Spagna, ma sicuramente farà la scelta più giusta e corretta per lui e la sua famiglia – ha dichiarato Claudio Pasqualin, storico procuratore di Del Piero -. Quando l’abbiamo visto dare i primi calci, in molti abbiamo detto che uno così nasce una volta ogni 20 anni, speriamo di essere smentiti dai fatti ma sta di fatto che giocatori di questo livello non se ne sono ancora visti. Quando lascerà il calcio sarà sicuramente una tristezza". Infine, Pasqualin racconta il primo ricordo che ha di Del Piero: “Quando firmammo con la Juventus, temetti per le mie costole. Mi ha abbracciato così forte che pensavo mi stritolasse. Sembrava indifferente, ma fino alla firma non poteva crederci nessuno a quel fantastico contratto. Neanche lui".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus, Moggi attacca : "Le dichiarazioni di Agnelli su Del Piero sono state sbagliatissime"

TorinoToday è in caricamento