All’Allianz Stadium si gioca la “Partita del cuore”, appuntamento a fine maggio

Si sfideranno la Nazionale cantanti e la squadra dei Campioni per la ricerca e i fondi saranno devoluti all’Istituto di Candiolo

Immagine di repertorio

Torna, per la quarta volta a Torino, la “Partita del cuore” giunta alla 28esima edizione. La notizia è stata comunicata nel corso dell'annuale incontro delle 22 delegazioni piemontesi che sostengono Candiolo dove, nel 2018, sono stati effettuati 7.812 ricoveri e 6.600 interventi chirurgici.

Appuntamento lunedì 27 maggio all’Allianz Stadium con l’evento che è già stato protagonista a Torino nel 2013, nel 2015 e nel 2017.

A sfidarsi saranno, come da tradizione, la Nazionale cantanti e la squadra dei Campioni per la ricerca. I fondi raccolti grazie alla “Partita del Cuore” saranno destinati anche all’Istituto di Candiolo della Fondazione piemontese per la Ricerca sul cancro. 

“Curare sempre di più e sempre meglio è la nostra missione – ha detto il Presidente della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro Allegra Agnelli, parlando a delegati, volontari, medici e ricercatori -, non possiamo fermarci perché dobbiamo, e vogliamo, fare ancora tanto. Quello che avevamo promesso lo abbiamo realizzato e adesso possiamo con fierezza disegnare il futuro della Fondazione e dell’Istituto. E’ un nuovo punto di partenza”. 

“Risorse indispensabili sono le delegazioni e le migliaia di sostenitori che non hanno mai fatto mancare il loro aiuto, a testimonianza del forte legame tra l’Istituto e il territorio. Solo grazie a loro – ha proseguito Allegra Agnelli - oggi riusciamo a mettere a disposizione di ricercatori e clinici le migliori armi disponibili per combattere il cancro”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Negli ultimi mesi il centro si è dotato di nuovi macchinari all’avanguardia di chirurgia robotica e, grazie ai fondi del 5X1000, è stato possibile dare l’avvio a importanti progetti di ricerca multidisciplinari, come FUTURO, che analizza le caratteristiche molecolari di un tumore fin dalla prima diagnosi, e ARDITE, che avrà la durata di cinque anni e che riguarda i tumori del colon retto e del distretto cervico-facciale.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso di bellezza pochi mesi dopo che i genitori chiudono l'azienda a causa del lockdown

  • Si sentono male in strada al mare: il figlio muore, il padre è gravissimo. Ipotesi overdose

  • Il film porno è girato nel parco cittadino: nuova performance del noto avvocato e di due pornostar torinesi

  • Lascia l'alpeggio e si sente male: in ospedale scoprono la positività al coronavirus

  • Maxi-incidente in tangenziale: quattro veicoli coinvolti, uno ribaltato e due in fiamme

  • Tragico scontro con un camion, morto un automobilista

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento