Martedì, 21 Settembre 2021
Sport

'Pecco' Bagnaia: è torinese la nuova speranza della MotoGp che ha dato una lezione a Marquez

Ha conquistato la prima vittoria in MotoGp

Francesco Bagnaia vince il Gran Premio d'Aragona/Ducati Corse

Domenica 12 settembre l'inno italiano è stato suonato in Spagna per celebrare il vincitore del Gran Premio d'Aragona. Le note dell'inno di Mameli erano tutte per Francesco 'Pecco' Bagnaia che, in sella all'italianissima Ducati, ha conquistato la sua prima vittoria in MotoGp.

Per vincere ha scelto il modo più difficile e il più bello. Ha dovuto battere Marc Marquez, il padrone di casa, su un tracciato dove l’otto volte campione del mondo spagnolo aveva già trionfato 5 volte in MotoGp, combattendo fino all’ultima curva.

Bagnaia, in sella alla sua Ducati, è stato sempre in testa dall’inizio alla fine, si è difeso strenuamente, minimizzando le opportunità di sorpasso per il blasonato avversario e chiudendo ogni porta. Ha allungato ogni volta che ha potuto, ha sempre dato l’impressione di volere questa vittoria. Anche Marquez, in sella alla Honda, le ha provate davvero tutte, ma alla fine si è dovuto arrendere. Un lungo all’ultimo giro ha finalmente regalato a Pecco la gioia della vittoria.

Pecco Bagnaia, chi è la nuova speranza della MotoGp

Il giorno prima Valentino Rossi gli aveva detto che avrebbe vinto. Bagnaia ha detto che non l’aveva mai fatto e che questo gli ha anche aggiunto un po’ di pressione. Evidentemente il Dottore non si sbagliava, sapeva che per quello che era stato uno dei primi piloti della sua VR46 Academy era arrivato il momento di spiccare il volo.

Proprio Rossi, credendo nel talento di Bagnaia, l’aveva quasi costretto a trasferirsi nelle Marche per poterlo allenare quotidianamente al Ranch. ‘Pecco’, però, è ancora molto legato a Chivasso dove abita la sua famiglia e ha sede il suo fan club che recentemente ha rinnovato la sua sede e che diventa sempre più numeroso.

Valentino Rossi ai tempi ci aveva visto lungo e ora che la sua carriera sta vivendo il suo epilogo, ha trovato in ‘Pecco’ un possibile erede. Bagnaia, infatti, debuttò nel Motomondiale, nella classe Moto3, nel 2013 nello Sky Racing Team VR46 e ha fatto parte sin dagli esordi della VR46 Riders Academy. Grazie ai consigli e agli allenamenti con il Dottore nel corso del tempo si è affinato quel talento che aveva mostrato sin da giovanissimo.

Francesco Bagnaia, nato a Torino il 14 gennaio 1997 e cresciuto a Chivasso, è del segno zodiacale del capricorno. La famiglia l’ha sempre sostenuto nella sua passione per le moto. A ribattezzarlo Pecco fu la sorella, Carola, più grande di 20 mesi, che non riusciva a pronunciare il nome Francesco. Ancora oggi lo segue nei circuiti di tutto il mondo, all’interno del box.

La sorella è un vero punto di riferimento nella sua vita, insieme alla fidanzata Domizia Castagnini con cui sta insieme dal 2015. Sono loro le persone a cui ha dedicato il suo primo pensiero via social. “L’abbiamo voluta, l’abbiamo cercata, l’abbiamo studiata nei minimi dettagli e alla fine, sudandola, l’abbiamo conquistata con il duro lavoro senza mollare mai. Non vorrei essere in nessun altro posto se non con le mie persone per viverlo”, ha scritto ieri Bagnaia su Instagram, dove è seguito da 543.000 follower.

Un numero destinato a aumentare vittoria dopo vittoria. ‘Pecco’ non vuole fermarsi. Vuole continuare a vincere, a cominciare dalla prossima gara, in Italia, il Gran Premio di Rimini e della Riviera Romagnola che è in programma domenica prossima, a Misano, il 19 settembre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Pecco' Bagnaia: è torinese la nuova speranza della MotoGp che ha dato una lezione a Marquez

TorinoToday è in caricamento