Sabato, 20 Luglio 2024
Sport Vallette / Corso Gaetano Scirea, 50

Juventus-Lazio 2-2: beffa al 95' nella serata in cui i tifosi salutano Chiellini e Dybala

Il riassunto della sfida dello Stadium

Minuto 17. Lo speaker dello Juventus Stadium annuncia un cambio. Un cambio che farà scendere tante lacrime, perché sancisce la fine di un'epoca. Di diciassette anni consecutivi con quella maglia. Con la maglia della Juventus.

Giorgio Chiellini lascia il posto a De Ligt quando la Juve è già in vantaggio 1-0 grazie alla rete al 10' di Vlahovic, che di testa insacca da pochi centimetri dalla linea di porta, sfruttando al meglio un cross "al bacio" di Morata.

Tutto lo Stadium gli ha tributato un lunghissimo applauso, dopo che tutti i compagni di squadra lo hanno abbracciato prima della sua uscita. Poi la fascia di capitano, data a quel Dybala anche lui al passo d'addio, anche se ancora non è chiaro dove andrà a giocare.

E Vlahovic ha esultato proprio mimando la "Dybala mask", in segno di amicizia verso "La Joya". 

Al 36' arriva il raddoppio, con una pregevole conclusione a giro di Morata. Per Perin, portiere di giornata, normale amministrazione e fortuna sul tiro di Cataldi al 4' finito sulla traversa.

Ad inizio ripresa, ecco il gol della Lazio: si tratta di un'autorete di Alex Sandro, che devia in rete il colpo di testa di Patric sugli sviluppi di un corner.

Allegri cambia tre giocatori al 62': fuori Vlahovic, Morata e Locatelli, dentro Kean, Aké e Pellegrini.

Sull'asse Bernardeschi-Kean, la Juve al 69' sfiora il tris. Ma la palla messa in mezzo da Bernardeschi, stoppata da Kean e finita in porta dopo una pregevole girata, va sul fondo.

Al minuto 77' finisce l'avventura di Paulo Dybala: al suo posto il giovane Palumbo. "La Joya" viene abbracciato da tutti, soprattutto da Chiellini. 

All'ultimo respiro, in contropiede, Milinkovic Savic trova la rete del pareggio: un 2-2 che vuol dire Europa per i biancocelesti.

Al triplice fischio di Ayroldi, ecco la festa per Chiellini. Con il "pasillo" da parte delle ragazze neo campioni d'Italia della Juventus Women e di tutti i giocatori della rosa bianconera, i suoi compagni di squadra. Applausi a non finire per il capitano, osannato dai tifosi che non hanno smesso un secondo piangere.

Accompagnato dalla sua famiglia, è stato premiato dal presidente Agnelli, che lo ha omaggiato di una targa. E con Chiellini, ecco Bonucci e Barzagli, che per qualche minuto hanno ricomposto la "BBC", una tra le difese più forti a livello europeo.

Osannato e portato in trionfo, dai suoi compagni Paulo Dybala, che esce piangendo: un addio arrivato, ma non voluto.

Fischi assordanti, da parte dei tifosi, per il presidente Agnelli e per l'amministratore delegato Arrivabene, ritenuti "colpevoli" del mancato rinnovo di Dybala. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juventus-Lazio 2-2: beffa al 95' nella serata in cui i tifosi salutano Chiellini e Dybala
TorinoToday è in caricamento