Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Pagamenti digitali

Fuga dalla città: i posti da visitare vicino Torino raggiungibili con il treno

Non c’è niente di meglio del treno per organizzare una gita fuori porta con i fiocchi e scoprire i dintorni di Torino

Chi l’ha detto che con il mese di ottobre sono finite le occasioni per viaggiare? Se avete già nostalgia del relax, del tempo trascorso con la famiglia oppure dei caldi raggi del sole, non siete costretti a rimanere in casa, ma potete approfittare delle giornate ancora miti e concedervi un fine settimana fuori porta.

Nonostante questa grande voglia di stare all’aperto, però, spesso ci si lascia frenare dalla pigrizia o dalla paura di ritrovarsi nel traffico. Un modo per superare tutti questi ostacoli e che permette di organizzare una gita green è il treno.

A poca distanza da Torino esistono tanti piccoli “gioielli” che aspettano soltanto di essere scoperti: lago, montagna o borgo medievale, la scelta è molto ampia e il vostro unico pensiero sarà quello di salire in carrozza e mettervi comodi prima di arrivare a destinazione.

Racconigi

Racconigi è una meta facilmente raggiungibile in treno e dista da Torino circa un’ora. Una volta scesi nella cittadina, ad aspettarvi ci saranno le bellezze del posto come il Castello, antica residenza delle vacanze della famiglia reale. All’interno potrete ammirare gli arredi originali e la collezione dei ritratti della famiglia reale.

Per concludere la visita in bellezza, una passeggiata all’interno del giardino reale è immancabile. Tra specchi d’acqua e verde, rimarrete incantati dalle cicogne e dalla loro maestosa regalità.

Acqui Terme

Se volete fare un tuffo nel passato e approdare dritti dritti nel periodo romano, a circa un paio di ore di treno da Torino potete visitare Acqui Terme. La cittadina offre ai visitatori un viaggio all'interno della storia, infatti, una volta scesi dal treno potete ammirare uno dei più grandi acquedotti romani d’Italia.

Per completare in bellezza la giornata prima di riprendere il treno, potete concedervi una tappa alle terme e approfittare delle calde sorgenti sulfuree.

Biella

La città circondata da montagne ha distanze contenute che permettono di visitarla a piedi, anche se ha una parte alta detta Piazzo e una bassa conosciuta come Piano. Quest’ultima è la zona più antica e il nucleo della città ruota introno al Duomo. Dedicato a Santo Stefano ha un portico gotico che si apre sulla piazza.

La visita della città non può dirsi completa se non si visita il Piazzo. Oltre alla funivia, potete raggiungere la parte alta anche a piedi ed è un’esperienza che merita di essere vissuta. Caratterizzata da stradine dette “coste” il panorama è reso unico da edifici del passato intervallati da strutture in stile industriale, un binomio che conferisce un fascino particolare a questa parte della città. Tra uno scorcio e un palazzo signorile arriverete a piazza Cisterna, il cuore di Biella alta. Qui potete ammirare il palazzo dei principi dal Pozzo della Cisterna oggi proprietà comunale e centro di eventi culturali.

Poi se vi viene voglia di fermarvi a Biella anche per cena, avete l’imbarazzo della scelta tra posticini tipici in cui assaggiare la cucina locale.

Ivrea

Quando si pensa ad Ivrea immancabilmente viene in mente la figura di Olivetti che ha avuto un peso economico, ma anche architettonico per la città. Grazie a lui negli anni cinquanta sono sorti nuovi palazzi con i tratti caratteristici dell’architettura olivettiana. Lungo il percorso MAM, un “museo” a cielo aperto, potete ammirare alcune delle architetture più significative del periodo Olivetti.

Se invece, volete fare un tuffo nel passato, l’antico anfiteatro è imperdibile! Costruito intorno al I secolo d.C era in grado di ospitare circa 15.000 spettatori.

Prima di ritornare in città, una tappa fissa è il Castello e le sue torri rosse diventate simbolo della città. La fortezza fatta costruire da Amedeo VI di Savoia nel 1358, si apre su piazza Nazionale su cui si affaccia anche il Palazzo Civico con la sua imponente torre dell’Orologio e il Naviglio. Il canale artificiale con il Ponte Vecchio è uno dei punti più caratteristici della città, perfetto per una passeggiata romantica.

Alessandria

A poco più di un’ora da Torino potete visitare Alessandria una città ricca di storia e monumenti. La prima cosa da vedere, senza dubbio è la Cittadella di Alessandria, la più grande fortificazione di tutta Europa, situata all’incrocio tra due fiumi.

Se volete fare un tuffo nella modernità non dovete perdere il ponte costruito dal famoso architetto americano Richard Meier, diventata un’attrazione iconica, collega il centro di Alessandria alla cittadella.

Prima di ripartire da Alessandria è immancabile una visita al Mosaico del Palazzo delle Poste realizzato nel 1941 da Severini.

Come acquistare i biglietti del treno

Prenotare i biglietti del treno è ormai diventato veloce e semplicissimo. Possiamo acquistarli comodamente con lo smartphone e con Satispay. L’app di mobile payment, infatti, è convenzionata con Trenitalia che permette di spostarsi rapidamente sia dentro che fuori i confini regionali. Per ottenere il biglietto servono pochi passaggi:

  • Scegliere la destinazione sull’app Trenitalia
  • Impostare la data del viaggio
  • Selezionare Satispay come metodo di pagamento
  • Inserire il numero di telefono per ricevere la notifica dell’app di mobile payment
  • Aprire Satispay
  • Confermare il pagamento

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fuga dalla città: i posti da visitare vicino Torino raggiungibili con il treno

TorinoToday è in caricamento