Trend

Tra gli under 30 premiati da Forbes quattro talenti piemontesi

Forbes Italia, seguendo il motto "l'innovazione non va in quarantena", ha selezionato i 100 talenti under 30 che stanno cambiando il mondo, promotori delle iniziative più innovative del 2021. La graduatoria stilata è motivo di grande orgoglio per il Piemonte e i torinesi

Foto da Forbes Italia (forbes.it)

Sono 100 i talenti sotto i 30 anni che stanno cambiando il mondo selezionati da Forbes tra i promotori delle iniziative più innovative del 2021. Giovani ragazzi, tutti under 30, divisi in 20 categorie e scelti da Forbes Italia che, nonostante la pandemia, anzi con più forza e determinazione, stanno dando il loro contributo in prima linea con le loro idee innovative e il loro talento per rivoluzionare il nostro modo di investire, lavorare, curarci, mangiare e acquistare.

Le categorie riguardano principalmente il settore dell'healthcare, ma tra i ragazzi premiati troviamo anche volti noti dello sport, del mondo dell’entertainment per la categoria social media e ancora food & drink, sostenibilità e smart mobility, innovazione e startup, mondo dell'education, lavoro agile.

Forbes Italia, seguendo il motto "l'innovazione non va in quarantena" ha stilato una graduatoria che è motivo di grande orgoglio per il Piemonte e i torinesi.

Tra i premiati da Forbes quattro talenti piemontesi 

Nel settore dell’healthcare figura Francesco Bracotti, 26 anni della Val di Susa. Il ragazzo è già country commercial manager Covid assets & Specialty care pipeline del colosso della farmaceutica GlaxoSmithKline, dove da novembre 2020 conduce il lancio commerciale in Italia degli anticorpi monoclonali per la cura del Covid-19. Il giovane è stato inserito nella classifica dei 100 giovani under 30 italiani da Forbes Italia proprio per il suo impegno nello sviluppo di nuove tecnologie e soluzioni nella lotta contro il Coronavirus. Bracotti, grazie ad un intenso periodo di ricerca in laboratorio sulle nanomedicine, ha scoperto un nuovo sistema proteico di nanoparticelle chiamato NanoMuG, capace di incorporare i farmaci e di portarli, come microscopici trasportatori, direttamente dove serve che agiscano: un sistema proteico di nanoparticelle che combatte i patogeni facilitando una somministrazione più efficace dei farmaci, favorendo così la ricerca nella lotta contro la pandemia.

"Con l’arrivo del Covid-19 la tecnologia di cui sono inventore e di cui è stato depositato un brevetto internazionale congiuntamente dall’Università degli Studi di Torino, dall’Università degli Studi di Pavia e dal Politecnico di Milano, si è rivelata una soluzione innovativa non solo per combattere i patogeni e somministrare più efficientemente farmaci nuovi o già esistenti, ma anche per la lotta al coronavirus", dice.

E non è finita qui, ci sono altri tre talenti piemontesi nella lista di Forbes: sappiamo bene quanto l'esigenza di delivery si è imposta con prepotenza durante i vari lockdown, allora Gianluca Abate, Maurizio Campia e Thomas Pullin hanno creato Pharmercure, un'app per spedire farmaci a domicilio.

I tre ragazzi sono stati inseriti da Forbes Italia nella classifica dei 100 ragazzi under 30 grazie a questa piattaforma che permette di spedire qualsiasi farmaco e parafarmaco a domicilio. La piattaforma consente inoltre di fornire dei suggerimenti di ricerca per categoria, sintomo o principio attivo. Il progetto che è stato lanciato nella città di Torino, ha visto la partecipazione di Reale Mutua Assicurazioni che, con un sostanzioso investimento, ha facilitato l'implementazione del servizio che vede ora coinvolte ben dodici città italiane.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra gli under 30 premiati da Forbes quattro talenti piemontesi

TorinoToday è in caricamento