Lavoro

Le strategie che hanno facilitato la ripartenza della stagione turistica

Dal nuovo marchio di sicurezza anti-Covid per le imprese e le località turistiche a nuove figure professionali: è ufficialmente arrivata l'estate ed anche il turismo italiano è pronto a ripartire

Tutto pronto per la bella stagione che è ufficialmente iniziata: è già boom di prenotazioni da parte di turisti stranieri che desiderano trascorrere le loro vacanze proprio in Italia, ed ecco che le regioni hanno pensato a tutte le strategie possibili per attirare sempre più vacanzieri e per non farsi cogliere impreparati, recuperando, per quanto possibile, il tempo (e il denaro) perso. La ripartenza della stagione turistica prevede regole anti-Covid molto simili a quelli dell'estate 2020:

  • gli ombrelloni dovranno occupare una superficie di almeno 12,5 metri quadri;
  • vigerà ancora l'obbligo di indossare mascherine negli spazi chiusi;
  • i pasti dovranno essere ordinati attraverso un servizio di delivery con consegna per la consumazione all’ombrellone-lettino;
  • le aree giochi per bambini dovranno essere delimitate e con un numero massimo di presenze consentite.

Il lavoro stagionale

Per quanto riguarda la forza lavoro stagionale, se prima della pandemia venivano assunte in media 50mila persone, la scorsa estate si era assistito a una contrazione del 30% delle assunzioni di giugno e luglio. Un dato che, ci si aspetta, salirà in modo direttamente proporzionale alla richiesta di prenotazione da parte dei turisti.

Nuove figure professionali: il Covid Manager

Tra le nuove figure che ci accompagneranno in queste splendide e meritate vacanze estive quella del Covid Manager, un dipendente che organizza gli spazi (anche per eventi e/o matrimoni) e si preoccupa di verificare il rispetto delle regole. Professionista sempre più richiesto anche nelle aziende, con lo scopo di coordinare e verificare le misure anticontagio: proprio il Covid Manager potrebbe avere un ruolo centrale nella richiesta di siglare un accordo con le aziende sanitarie per permettere agli ospiti di ricevere in vacanza la seconda dose di vaccino e sottoporsi a tampone antigenico.

Il nuovo protocollo di sicurezza

Un'altra novità è il nuovo protocollo sulla sanità e la sicurezza con prescrizioni e raccomandazioni per le imprese e le località turistiche. "La pandemia di Covid-19 ha perturbato l’ecosistema del turismo, causando perdite economiche e minacciando milioni di posti di lavoro. Allo stesso tempo, la salute e la sicurezza restano preoccupazioni importanti per i cittadini che desiderano andare in vacanza dopo lunghe e difficili chiusure. Il marchio europeo di sicurezza Covid-19 per il turismo aiuterà le imprese turistiche a garantire procedure di sicurezza prima della stagione estiva, così da aumentare la fiducia dei viaggiatori, dei residenti e dei lavoratori del turismo." Questo quanto aveva affermato prima della ripartenza Thierry Breton, Commissario europeo per il Mercato interno, commentando il nuovo protocollo sviluppato a livello internazionale dall'ISO (Organizzazione internazionale per la standardizzazione) nell’ambito delle misure per ridurre la diffusione del Covid-19 nel settore turistico e approvato e integrato dal Comitato europeo di normazione per le imprese e le località turistiche.

Come leggiamo su panoramasanita.it, l’iniziativa facilita la ripresa in sicurezza del turismo e promuove la reputazione di qualità dell’UE come destinazione turistica. Gli Stati membri potranno attribuire il nuovo marchio di sicurezza alle strutture turistiche che attuano e rispettano il protocollo sulla sanità e la sicurezza dell'ISO. L’adesione al protocollo e al marchio è volontaria ma Commissione e Comitato europeo di normazione incoraggiano le strutture turistiche che desiderano beneficiare del marchio a sfruttare le varie opportunità di finanziamento dell'UE disponibili per il turismo per far fronte ai possibili costi associati all’attuazione del protocollo e del marchio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le strategie che hanno facilitato la ripartenza della stagione turistica

TorinoToday è in caricamento