Orientamento

La diversità come valore aggiunto: il nuovo Hub di Adecco è una scelta di inclusione

La società di ricerca e selezione del personale dedica un team alla selezione, valutazione e inserimento di categorie protette

Il tema Diversity & Inclusion, ossia l'insieme di pratiche e politiche volte a valorizzare la diversità (genere, orientamento sessuale, origini etniche, cultura, abilità fisiche) è diventato sempre più centrale nel mondo del lavoro.

Uno scenario in continua evoluzione

Secondo i dati ISTAT 2019 le persone con disabilità in Italia sono oltre 3 milioni, ovvero il 5,2% della popolazione. Solo il 35,8% delle persone con disabilità in età lavorativa è impiegato, il 64,2% invece non è ancora inserito nel mondo del lavoro.

In un contesto più ampio inoltre la percentuale di persone con disabilità, in età lavorativa e iscritta a un centro per l’impiego o un’agenzia per il lavoro, che partecipa al mercato del lavoro è inferiore di oltre il 20% rispetto a persone senza disabilità nel mercato del lavoro europeo (elaborazione dati European Commission 2017 e ILO Global Business and Disability Network).

Lo scenario, però, sta cambiando: sempre più aziende, infatti, scelgono di approcciarsi a nuovi valori etici, introducendo politiche inclusive come asset di crescita strategici. Secondo i risultati diffusi dal Diversity Index Brand 2019, infatti, 3 consumatori su 4 sono sensibili al messaggio inclusivo dei brand; il 51% dei consumatori sceglie con convinzione brand inclusivi e il 23% preferisce i brand che investono sulla Diversity & Inclusion.

Il ruolo primario di una scelta etica

Ecco che allora, anche dal punto di vista dei consumatori e dei potenziali clienti, l’impegno di un’azienda in ambito Diversity & Inclusion e CSR riveste un ruolo primario nei processi di scelta di un brand (Global Sustainability Report). In particolare, alcune fasce generazionali, come i Millennials, considerano l’impegno in ambito Diversity & Inclusion e CSR di un’azienda fondamentale nel momento in cui si approcciano al mondo del lavoro (Cone Communication - Millennial Employee Engagement).

Il nuovo Hub inclusivo di Adecco: oltre l’obbligo il valore della persona

È in questo scenario che Adecco, azienda leader nel settore della ricerca e della formazione del personale, ha disegnato l’Hub Diversity & Inclusion vale a dire un team di consulenti specializzati, interamente dedicato alla selezione, valutazione e inserimento di candidati appartenenti alle categorie protette che affianca la rete di recruiter sul territorio nazionale e lavora quotidianamente in sinergia con le istituzioni per creare un network di candidati da inserire nel mondo del lavoro.

Nella sezione dedicata del sito sono presenti numerose offerte di lavoro per persone rientranti nelle categorie protette: ruoli di contabilità, impiegati amministrativi o di magazzino, ma anche sviluppatori e ruoli nel digital marketing. Le opportunità professionali abbracciano l’intero territorio nazionale, proprio per offrire un supporto concreto a tutte le persone in cerca di lavoro e soprattutto in cerca di aziende inclusive.

L'offerta di Adecco coniuga l’esperienza nelle attività di ricerca e selezione del personale e l’impegno verso l’inclusione e la valorizzazione della diversità in azienda di Fondazione Adecco per le Pari Opportunità.

“Con il team di consulenti del Diversity & Inclusion Hub lavoriamo per identificare i talenti e le abilità di ciascun candidato con l’obiettivo di valorizzarle all’interno del processo di selezione e supportiamo le aziende dai colloqui sino all’on-boarding del nuovo collaboratore. Il nostro obiettivo è la soddisfazione di tutti gli attori coinvolti, candidato e azienda” afferma Emanuela Voltini Permanent Placement Director and Diversity&Inclusion Hub Manager.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La diversità come valore aggiunto: il nuovo Hub di Adecco è una scelta di inclusione

TorinoToday è in caricamento