Primo Trash mob a San Salvario, per comprendere l’importanza della differenziata

Piazza Madama Cristina, nel cuore di San Salvario, le Sentinelle dei Rifiuti hanno organizzato il primo Trash Mob

Non sempre la differenziata si fa e soprattutto si fa in modo corretto e questo può creare ancora più danni di quello che uno può immaginare. Molto spesso si sente parlare di rifiuti che senza alcune logica vengono gettati in cassonetti non adatti. Molto spesso solo per la pigrizia di non separare bene fin dall’inizio l’immondizia. Il che rende difficile, se non impossibile, poter poi riciclare quel rifiuto, e tutta la filosofia che sta dietro alla raccolta differenziata va a morire. Con danni enormi per l’ambiente e con enormi sprechi di tempo e di denaro.


Ecco allora che un gruppo di collaboratori del notiziario ambientale Eco dalle Città ha messo in piedi un trash mob, un modo simpatico e carino, ma soprattutto d’impatto, per sensibilizzare la popolazione a fare correttamente la differenziata. Questi ragazzi, che hanno deciso di farsi chiamare Sentinelle dei Rifiuti, durante il loro primo trash mob che si è svolto a San Salvario, hanno rovesciato su un tavolo, davanti ad una folla di curiosi, uno dei sacchetti dell’indifferenziata, lo hanno aperto e hanno ri –differenziato i materiali per poi rimetterli nei giusti cassonetti.

GUARDA IL VIDEO

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
TorinoToday è in caricamento