rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Speciale

ATP Finals di tennis: il trofeo della competizione in mostra all’Area X di Torino

Quando tecnologia, sport e protezione assicurativa si incontrano in un amplificatore culturale all’avanguardia

Quanto è importante sentirsi protetti? E quanto le nuove tecnologie possono aiutarci nel comprendere che il concetto di protezione di sé e degli altri è fondamentale? La risposta a tali domande può arrivare da diversi ambiti di vita quotidiana, tra i quali lo sport.

L’attività fisica e sportiva è da sempre proiettata al prendersi cura di sé e della propria salute, e, perché no, anche del benessere altrui, nel momento in cui si fa uno sport di squadra. Pensate solo a guanti, caschi, parastinchi o a termini sportivi come “difesa” o “copertura” e vi renderete conto di quanto il concetto di protezione sia profondamente insito nello sport. Già, perché, amatoriale o professionistico che sia, lo sport in fin dei conti ci insegna a proteggere noi stessi e il nostro talento, investendo sul futuro e su obiettivi di lungo termine.

Proprio del binomio sport-protezione si è fatta promotrice negli ultimi due anni Area X di Intesa Sanpaolo Assicura a Torino, con tante iniziative che mostrano questa simbiosi. Dal 22 al 26 ottobre, per esempio, Area X ospiterà nella sede di via San Francesco d’Assisi 12, il trofeo delle Nitto ATP Finals, uno dei più importanti tornei di tennis a livello internazionale, che si terrà a Torino tra il 14 e il 21 novembre. Una mostra che va ad affiancare altri contributi e testimonianze di atleti olimpionici, campioni del passato e volti noti del giornalismo sportivo, fruibili sul sito di Area X sotto forma di video interviste e interessanti podcast.

Indirizzare questo vero e proprio amplificatore culturale che è Area X alla sensibilizzazione degli italiani sullo sviluppo di una cultura della protezione è un’idea nata all’interno della Divisione Assicurativa di Intesa Sanpaolo, che si propone così di educare letteralmente all’importanza di proteggersi nel quotidiano.

Intesa Sanpaolo Assicura ha però deciso di affrontare questa sfida affidandosi ai nuovi strumenti che innovazione e tecnologia di ultima generazione. E allora, ecco che Area X si trasforma in uno spazio interattivo e immersivo, dove realtà virtuale, gamification e ologrammi consentono al visitatore di rivivere l’esperienza quotidiana, sportiva e non, sperimentando però il valore della protezione in situazioni rappresentate in modo del tutto nuovo e originale. 

Un bell’esempio di multimedialità applicata all’edutainment, che esula però dal mondo sportivo per affacciarsi a quello scientifico, Area X l’ha proposto di recente, con tre video racconti realizzati da Gabriella Greison, fisica, scrittrice, autrice teatrale e divulgatrice scientifica. I video racconti hanno come protagonisti Einstein, Schroedinger e Montalcini, tre grandi menti premi Nobel per la fisica, che “rivivono” grazie alla tecnologia per dimostrarci come le grandi idee e intuizioni siano ancora oggi in grado di proteggerci in tanti aspetti della vita quotidiana. Ecco quello dedicato a Rita Levi Montalcini.

Insomma, l’invito a visitare Area X, che si configura come vero e proprio spazio esperienziale, innovativo e tecnologico, dedicato alla protezione, è aperto a tutti. Il consiglio è di prenotarsi gratuitamente online per poter ammirare il trofeo delle ATP Finals e, già che siete sul sito, dare una bella occhiata anche ai tanti contenuti video e audio qui presenti e al tour virtuale di Area X. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ATP Finals di tennis: il trofeo della competizione in mostra all’Area X di Torino

TorinoToday è in caricamento