Lunedì, 15 Luglio 2024
social Centro / Via Carlo Alberto, 11

A Torino apre il primo bar d'Italia dove i cocktail li fanno i robot: quando e dove

Shaker debutta in centro città

Debutta giovedì 11 aprile, in pieno centro, in Via Carlo Alberto 11, Shaker, il primo bar robotico d'Italia, frutto della collaborazione tra Makr Shakr e i suoi fornitori ufficiali Lavazza e Martini & Rossi. Sarà un impegno a lungo termine e non progetto temporaneo da parte della stessa azienda torinese che l'aveva presentato anni fa ai Murazzi e a Milano.

Shaker, a differenza delle precedenti iniziative che si focalizzavano sull'autosufficienza robotica, mira a creare un'armonia tra l'innovazione tecnologica e l'interazione umana, riflettendo un'evoluzione dalla pura tecnologia all'integrazione tra uomo e macchina. 

A preparare i cocktail è Toni Compatto, l'ultimo modello robot di Makr Shakr, dotato di un braccio robotico e capace di preparare oltre 60 drink all'ora, che spazierà dal caffè ai cocktail più elaborati, grazie a un assortimento di 70 bottiglie.  

Un robot che si destreggia con abilità tra macchiati, iced e cappuccino con spuma di latte fresco e cocktail serali con ingredienti particolari, che, però, non sarà solo e avrà al suo fianco il bar manager,  e uno staff di sei persone, con cui lavorerà assieme per quella che i titolari promettono che sarà un'esperienza su misura, che libererà i baristi dai compiti più ripetitivi, valorizzando la creatività e il contatto umano. 

I clienti potranno ordinare  tramite tablet disponibili nel locale. Gli basterà inserire tramite i  tablet disponibili nel locale il proprio nome  e seguire la preparazione del drink su un display dietro al robot. Al termine, il drink sarà ritirabile al bancone nei punti di consegna assegnati.

Shaker che, secondo le intenzioni dell'azienda, "ha l'ambizione di unire dai Gen Z tech-savy, agli over 50 curiosi di provare qualcosa di diverso", fungerà anche da  hub per lo sviluppo di nuove tecnologie, inclusa, in futuro, l'intelligenza artificiale. L'obiettivo è migliorare continuamente l'esperienza di consumo, sia attraverso un tablet user-friendly sia tramite una nuova app, prevista per fine 2024, che permetterà al cliente di ordinare tramite il suo cellulare ed essere avvisato di quando andare a ritirare le bevande.

Continua a leggere le notizie di TorinoToday, segui la nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale WhatsApp

shaker torino toni compatto robot photo by Magda Anzilutti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Torino apre il primo bar d'Italia dove i cocktail li fanno i robot: quando e dove
TorinoToday è in caricamento