← Tutte le segnalazioni

Altro

Per non dimenticare

Redazione

Dal 2015 la FiFa ha proclamato il giorno 4 maggio “Giornata del calcio”. Con i tempi che corrono escludo che si pensi a cerimonie per ricordare la “Squadra del Torino”, per ben cinque volte consecutive Campione d’Italia! Totalizzando dunque cinque scudetti consecutivi, dalla stagione 1942-’43 fino alla stagione 1948-’49! Questa gloriosa Nazionale italiana di allora ha lasciato il mondo in modo tragico e anche per questo, oltre che per la carriera da invincibile, resterà un MITO indimenticabile. Sono giovane e non ho avuto la fortuna di conoscerla ma dai molti racconti dei “più grandi”, ho capito quanto fosse ammirata e amata la Squadra del Torino. Non solo dai Torinesi ma da tutti gli Italiani. Si dice che la memoria è un dovere e anche se non sono un giornalista sportivo, mi piace poter scrivere qualcosa in proposito per rafforzare e tramandare un po’ di memoria. Magari raccontando in sintesi fatti essenziali della Squadra del Torino a beneficio dei giovani, amanti del calcio e non solo, che non ne conoscono la storia. Il giorno 3 maggio del 1949, alle ore 17.03, l’aereo, un Fiat G212, che riportava a casa la Squadra del grande Torino, precipita…31 le vittime… Tornavano da Lisbona dove avevano disputato l’amichevole con il Benfica. La partita era a scopo benefico ed il ricavato offerto al capitano Lusitano in difficoltà economiche. Sono trascorsi settantuno anni dalla tragedia di Superga. C’é Qualcuno che possa dire “ho conosciuto i ragazzi della Squadra del Torino” e darcene una testimonianza come fosse un dono?

Rag. Cristian Marchisotti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Segnalazioni popolari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento