menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al bancone con la tazzina per l’asporto: l’idea ecologica del bar torinese diventa virale e conquista i clienti

L’iniziativa del bar ‘Ciabot’ di Villarbasse

Parla torinese l'iniziativa #portaLatazza. Il bar Ciabot di Villarbasse vuole fare qualcosa per combattere un’altra emergenza che è stata aumentata a causa della pandemia: quella dei rifiuti. Da novembre, infatti, salvo i brevi periodi in zona gialla, bar e ristoranti sono obbligati a servire cibo e bevande d'asporto.

Il Ciabot produce 2 sacchi di immondizia al giorno, solo di bicchierini di caffè. “Se andiamo avanti così la terra soffocherà, sommersa dai nostri rifiuti – scrivono sulla pagina FB. Basta una tazza per aiutarla a respirare”.

Il bar tabacchi e tavola calda così ha proposto l’iniziativa che è diventata virale sui social, trovando anche positivi riscontri da parte della clientela. "Porta la tazza con l'asporto, stiamo producendo troppi rifiuti. Porta la tazza e conservala in borsa, nello zaino, in macchina. Ogni 10 caffè/cappuccini avrai in omaggio 1 caffè", hanno scritto a pennarello su un cartello che è diventato virale, conquistando più di 11.000 condivisioni.

#Portalatazza: l'iniziativa ecologica e conveniente

Dal Ciabot hanno anche spiegato come servono il caffè nelle tazze personali: “Porgiamo un piattino sul bancone sul quale le persone appoggiano la tazzina personale. A questo punto appoggiamo il piattino pulito e sterilizzato sulla macchina del caffè. La tazza del cliente non viene mai toccata da noi”.

Cartello_Bar_Ciabot_Villarbasse-3

Il gestore del Ciabot, Vincenzo, spiega così il senso di questa iniziativa: “Non vuole certamente essere a scopo di lucro o economico , ma è mirata semplicemente solo ed esclusivamente per sensibilizzare tutti noi a cercare di produrre meno immondizia e rifiuti possibile . Ricordo che da novembre scorso possiamo servire cibi e bevande solo come asporto e vanno consumate secondo il regolamento lontano dal locale stesso. A titolo informativo solo il nostro locale ha prodotto ( per finire nel sacco dell'immondizia) circa 13 mila bicchieri mono uso oltre a palettine e coperchi aggiungo ancora migliaia di vaschette e sacchetti per l'asporto e ancora tutti i loro relativi scatole ed inballaggi”.

Un dato che riesce a dare un’idea di quanto sia enorme la mole di rifiuti che viene prodotta in tutto il nostro paese.

Un’iniziativa isolata non basta per risolvere il complesso problema dei rifiuti. Ma basta #portalatazza vuole essere un esempio per aiutare la terra a respirare. Un’idea importante che abbina ecologia e convenienza. Vedremo quanti altri locali vorranno proporla e quante persone vorranno partecipare al cambiamento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento