menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Palazzo nuovo si tinge di rosso: un magnifico bosco sorgerà davanti alla facciata principale

Intitolato a Lia Varesio

Palazzo Nuovo diventa promotore di un nuovo equilibrio tra uomini e natura. Proprio la facciata principale dell’edificio di Unito, uscendo dal quale è impossibile non rimanere incantati a fissare la meraviglia della Mole Antonelliana, godrà della bellezza di un nuovo bosco. Sarà un altro passo in avanti verso la svolta green dell’edificio dopo anni in cui è stato al centro del dibattito per lo scandalo amianto.

5-2-15

Il bosco degli ‘Altri’, intitolato a Lia Varesio, fa parte dei primi boschi urbani nati dal progetto Wetree, l'associazione, “nata dall'incontro tra le donne e tra le loro idee e iniziative che hanno al centro la sostenibilità e le pari opportunità”, che ha l’obiettivo di realizzare aree verdi in tutte le città italiane.

Torino, Milano, Palermo e Perugia sono le città italiane che hanno aderito immediatamente al progetto. La sindaca di Torino, Chiara Appendino, è stata tra le prime a sottoscrivere il progetto promosso da Ilaria Borletti Buitoni e Maria Lodovica Gullino, promotrici di weTree, insieme a Ilaria Capua.

Per riqualificare lo spazio dell'Università all’interno del comprensorio di Palazzo Nuovo hanno collaborato Agroinnova, il Centro di Competenza per l’innovazione in campo agro-ambientale dell’Università di Torino, la Città di Torino con il supporto di Iren.

"In un momento così difficile per la nostra società – ha dichiarato Maria Lodovica Gullino, Direttore di Agroinnova, Vicerettore dell’Università e portavoce di weTree - la Pandemia ci ha insegnato sicuramente una cosa importante: ripartiamo dalle donne, dalla ricerca e dalla natura”.

Il bosco degli ‘Altri’ Lia Varesio

Il primo bosco a Torino, a Palazzo Nuovo, verrà intitolato a Lia Varesio, grande donna torinese che ha passato la vita, tra mille difficoltà, a occuparsi degli “altri”, i più bisognosi. Già Cavaliere della Repubblica Italiana, fondò nel 1979 l’associazione Bartolomeo & C. che oggi ne porta avanti ideali e speranze.

Lia e Ragu¦Ç 4-2

Sorgerà una nuova area verde in una zona finora trascurata davanti alle aule. La struttura, tra via Verdi e Corso San Maurizio, ospita la Scuola di Scienze Umanistiche e i relativi Dipartimenti.

La riqualificazione, ad opera delle agronome paesaggiste Stefania Naretto e Chiara Otella, fondatrici dello studio LineeVerdi, stimolerà così una consapevolezza ambientale in prospettiva circolare, realizzando un’area verde intitolata a una donna che si è distinta con le sue attività per una società torinese migliore.

3-18

“Per un professore non c’è soddisfazione più grande del veder crescere i propri studenti – afferma Elena Accati, già Professore Ordinario dell’Università di Torino e promotrice di weTree Torino – Vedere Stefania e Chiara oggi professioniste affermate mi fa davvero ben sperare per le nuove generazioni. Sembra ieri che partecipavano alla Scuola di Specializzazione in ‘Parchi e Giardini’ della ormai ex Facoltà di Agraria. E, vedendo il progetto che hanno disegnato per weTree, sono certa che faranno ancora molta strada”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento