Sempre più telefonini (e social) anche a Natale: può rovinare le feste

C’è chi propone un Natale mobile-free

immagini di repertorio

I piemontesi sono sempre più innamorati della tecnologia e non si separano mai dal loro telefonino. Neppure a Natale, un momento altrettanto amato. E' quanto emerge dall'ultima survey, realizzata da Groupon, che ha voluto indagare sul rapporto che hanno i piemontesi con la tecnologia, a Natale, per capire se essere connessi significhi stare più vicino a chi è lontano oppure se non ci sia il rischio opposto, quello di non riuscire a fare a meno dello smartphone, a discapito del tempo che si dedica a famigliari e amici.

Nel dettaglio, esaminando le azioni della mattina di Natale emerge che:

  • il 35% dei piemontesi appena sveglio controlla lo smartphone
  • il 36% lo controlla appena dopo 1 ora dalla sveglia
  •  il 3% aspetta fino al pomeriggio

Natale e smartphone: quando nuoce allo spirito natalizio

L'amore per la tecnologia da parte dei piemontesi è ormai quasi una dipendenza. Dalla survey di Groupon emerge come gli intervistati siano consapevoli di non essere in grado di staccarsi dallo smartphone nemmeno a Natale. E il 53% degli intervistati ammette che questo ha rovinato l'ultimo Natale.

Proprio per arginare questo fenomeno, il 59% vorrebbe un Natale mobile-free per dedicare più tempo alla famiglia, senza le continue interruzioni del proprio cellulare.

Una delle tradizioni natalizie che i piemontesi vorrebbero vedere più libera dalla tecnologia è il pranzo: 

  • il 39% dichiara di rinunciare di propria volontà al cellulare; 
  • il 25% ammette di avere il divieto di portare il cellulare a tavola. 

Tra gli intervistati che si ostinano a utilizzare lo smartphone anche in questo momento, il 16% confessa di essere spesso rimproverato dagli altri commensali e il 5% di ricevere occhiate di disapprovazione per tutta la durata del pranzo.

Natale e smartphone: cosa infastidisce i piemontesi

Tra gli aspetti digital che sono particolarmente odiate dai piemontesi ci sono:

  •  le catene di messaggi (55% dei voti)
  •  rispondere ai messaggi di auguri di persone con cui non si hanno rapporti (44% delle preferenze)
  •  messaggi in stile copia-incolla (votati al 23%)

Natale: feste, smartphone e lavoro

Una buona fetta di piemontesi (30%) usa lo smartphone per lavorare. Ma di questi, soltanto il 4% è costretto a farlo per colpa del suo capo o dei clienti che mandano mail durante il cenone. Il 14% sceglie di continuare a leggere le mail per rimanere sempre aggiornato, mentre il 9% trova nel lavoro un'ottima scusa...per riuscire a staccarsi dalle interminabili riunioni familiari.

Un buon 6% di piemontesi, invece, sceglie di resistere alla tentazione di guardare il cellulare per tenere sotto controllo la situazione di lavoro e preferisce prendere il giorno di Natale tutto per sè.

La sfida natalizia è quindi aperta, tra chi vorrebbe un Natale all'insegna del digital detox per tutta la famiglia, idea sostenuta soprattutto dai genitori piemontesi (56% del campione) e chi invece pensa che un uso consapevole dei social, un Natale 2.0. tra chat dedicate e post sui social sia altrettanto bello.

Le chat natalizie, infatti, sono amate dal 52% dei piemontesi; di questi, il 33% messaggia con gli amici, per definire i vari aperitivi e cene per salutarsi prima delle feste; la maggioranza (il 37%) chatta con i propri famigliari, più o meno stretti.

Gli argomenti di discussione preferiti con la famiglia vanno dai classici auguri (45%), alle infinite discussioni sul menù natalizio (33%), seguiti dallo scambio delle foto fatte (25%).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soggetto che riscuote il maggior successo è la classica foto dell’albero addobbato (42%), seguito dalle foto della famiglia attorno al tavolo (39%) e dalle foto della tavola imbandita (34%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  •  Piemonte, coprifuoco dalle 23 alle 5: firmata l’ordinanza

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

  • Coronavirus in Piemonte: il bollettino di domenica 25 ottobre 2020. Tasso di contagio al 18%

  • Incidente in strada a Torino: tram investe pedone e lo uccide

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento